Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Il mondo non ti lascia scendere

Il mondo non ti lascia scendere

Sono quasi sicura sia Seba.
Quasi.
Quasi perchè Seba non l'ho mai visto dal vivo.
Ufficialmente, o almeno, da quel che ne sa il Poeta, io il Seba non l'ho mai visto manco in foto.
L'essere risalita, attraverso un CD che giaceva abbandonato nella sua Jeep Wrangler al nome del gruppo garage-rock di cui fa parte il fratello - un altro tipo che ti scoperesti vestito di quant'è bello - e, di conseguenza, all'account FB del suddetto fratello dove, nascoste sì agli sconosciuti ma non agli amici-di-amici - c'è sempre, tra gli amici del tipo che vuoi spiare, un bar o un locale da aggiungere a tua volta - ecco, di questa cosa che ho visto le foto di Seba sull'account FB di Sergio, il Poeta non ne sa niente.
Eppoi, sapere o non sapere, chi cazzo se ne frega più, non ci sentiamo da tipo due mesi - un'eternità - e potrei pure crederlo morto se non fosse che una mia amica l'ha incontrato in Segreteria Studenti e ha pensato bene di venirmelo a dire - tipo dieci minuti prima dello scorso esame, tempismo perfetto, davvero.

"Aveva un'aria così stanca."
"..."
"..."
"Che ne sai, magari Dio è clemente e sta morendo di cancro."
"!!!"
(La ragazza in questione è buona, dolce e cattolica. E sperava davvero che io e lui potessimo risolvere assieme i vari problemi che affliggono le nostre menti malate. Ma si sbagliava.)

Ok, io sono una donna che crede fermamente nel destino, ok? Quando smisi di parlargli e Dio mi ordinò di ricontattarlo usando come mezzo per il suo messaggio una copia di Hannibal comprata da un robivecchi - ricordate? - l'ho fatto.
Le ho fatte sempre tutte.
Ho sempre avuto fede.
Tantissima fede.

Poi, ad un certo punto, mi son rotta i coglioni e mi sono messa a ignorare deliberatamente tutti i segnali.
Pugili? Jeep Wrangler? Gaja e Rey? Pessoa? La Fiorentina, Roberto Cavalli, le scarpe fatte a mano, il Palio, nomi che ritornano, pubblicità di farmaci in tv?
Ho ignorato TUTTO.
Sono diventata un monaco zen.
Ho elevato il mio spirito oltre tutte queste minchiate terrene, e tentato di espellere ogni singolo brandello di Poeta che c'era nella mia testa.
Allora, Dio, perché mi metti ulteriormente alla prova?
Perché?
Perché devi piazzare Seba, il miglior amico del Poeta, sulla homepage di The Sartorialist?


Che senso ha?
È un'ennesima prova?
O una punizione, forse?
Per quale cazzo di motivo, Dio, continui a rompermi i coglioni?
Ti prego, mandami un segno.
O lascia un commento, vedi tu.


// NB // nonostante i vari confronti fatti tra la foto in nostro possesso e quelle intercettate in maniera piuttosto truffaldina da FB, non possiamo avere certezza che il bellimbusto quo sopra sia veramente quel ricco e viziato arrampicatore sociale di Seba. Nell'eventualità siate a conoscenza della vera identità del soggetto della foto, siete pregati di rendermi partecipe, così magari mi tranquillizzo e decido di farmi curare - tipo, raddoppio le sedute dal Vecchio Argentino. Anzi, no. Meglio. È vostro obbligo, come Fedeli Lettori, condividere questo post con tutto il lungo e largo web. Perché DEVO sapere se quello è veramente Seba. //

E anche se non è Seba gli assomiglia comunque tantissimo.

9 commenti:

  1. @Rano Non conosco il diretto interessato - o meglio, io conosco lui, ma lui non conosce me. E con il Poeta non parlo più, quindi...

    RispondiElimina
  2. Hahaha, lasciamo perdere che il nome Seba non ha mai portato bene neppure a me! Continuiamo ad ignorare i segnali..

    RispondiElimina
  3. cara, invece del Poeta, perché non ti fai questo qui?

    RispondiElimina
  4. @E. Io ignoro con tutta me stessa.

    @Nerorimmel Avevi presente quello che ti dicevo che stava al MiAmi l'anno scorso? Eh, ecco. È il fratello del (presunto) belloccio qua sopra. E se la battono a bellezza.
    Però quello di sopra è sposato. Anche se in foto, ora che guardo bene, la fede non c'è. Quindi potrebbe non essere lui.

    RispondiElimina
  5. Ciao e grazie per esser passata da me! Premesso che il tale che vedo sopra sarebbe più idoneo di me allo scopo..cmq se picnic autistico in terrazza/giardino ti deprime,sappi che quando mi gira e nessuno mi segue lo faccio pure iooo! E magari una volta ci si vede,cosi e'un po'meno triste,eh?!
    Baci.
    Laura@RicevereconStile

    RispondiElimina
  6. Ti do conferma al 100% che il suddetto tizio qua sopra è Seba. Lo so perchè sia lui che il fratello strafigo Sergio sono amici fraterni di mio marito.. la foto risale a prima del matrimonio per questo la fede non c'è!!

    Ti ho scoperto solo oggi pomeriggio e ti ho cominciato a leggere dal primo post, ti trovo davvero brava! anche io credo nel destino... e mi ha fatto stranissimo vedere che parlavi di Sebi e Sergio!!! Vedi i casi della vita!
    Carlotta

    RispondiElimina
  7. Carlotta.
    (Non so cosa dire, dammi qualche secondo.)
    Carlotta, piacere di conoscerti.
    Grazie di avermi dato conferma della "Sebità" della foto, almeno mi hai provato che non sono matta del tutto.
    Certo che il mondo non è piccolo, è minuscolo, non avrei davvero creduto che qualche conoscente dei suddetti fratelli potesse passare di qui, altrimenti avrei sorvolato su qualche tono poco lusinghiero - parla una donna con grandi batoste amorose alle spalle, quindi diciamo che è tutto perdonabile e che in verità, pur non avendoli visti mai, io a Seba, Sere e Sergio voglio tanto bene, sia chiaro.

    Grazie mille per i complimenti, davvero.

    (Comunque, se eviti di informare qualsiasi persona interessata dell'esistenza di questo blog e della passione dell'autrice nei confronti dell'amico fiorentino dei due fraterni amici di tuo marito mi fai una grazia enorme.)

    RispondiElimina
  8. Mi scuso del ritardo nel risponderti...
    Volevo semplicemente dirti di non preoccuparti, "la tua passione" è in una botte di ferro con me! Capisco benissimo come ci si possa sentire all'idea di essere sputtanati (passami il termine poco galante...), quando ti ho scritto volevo appunto confermarti che ci avevi visto giusto e non eri impazzita ;)
    tutto è rimasto sepolto tra me e me. :)

    [ah, per quanto riguarda i commenti su Sergio no problem, tutte quante, in un modo o nell'altro, ci siamo lasciate andare ad apprezzamenti "da bar" su di lui... ;) ]

    Continuo a seguirti e a leggerti con piacere! :*
    Carlotta

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...