Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Depression VS Apathy

Depression VS Apathy

Duuunque.
Ponte lungo.
Che bellezza.


Durante la mia assenza hanno pensato bene di costruirmi un supermercato davanti casa. Ora dove c'erano tipo delle querce c'è questo fabbricato grigio e rosso.
Sto aspettando che arrivi il periodo giusto per piantare altre querce al limite del campo per nascondere il supermercato dalla vista che ho dalla finestra della mia camera.
Nel frattempo, per ammazzare il tempo, mi sto guardando tutto The Big Bang Theory. Da capo. Ora che finalmente ho un computer con accessibilità al torrente.

Cos'altro.
Ah.
Giovedì sono arrivate le mie nuove coinquiline. Sì, la breve, intensa e radiosa convivenza mia e di Settembre è già finita. Ci siamo tanto amati, ma lui è tornato in un appartamento maschio-popolato dall'altra parte di Siena e io sto femmina-popolando il mio appartamento. La nuova popolazione femminile del mio appartamento è stato lasciata sola dopo appena due ore, dato che la Somma Regina dell'Universo Viola Amerighi doveva tornare in Provincia a deprimersi e a farsi nutrire dai parenti.
Non so come gestirle.
Se imporre il pugno di ferro rischiando di sembrare una stronza o essere dolce e gentile e rischiare di prendermi una delle tradizionali inculate.
Hanno portato una pentola a pressione. E uno sbattitore elettrico. Una ha portato uno di quei sgabelli ortopedici new-age in legno non sbiancato chimicamente per riallineare i chakra o checcazzo ne so per sedersi. Perché la sedia da ufficio non andava bene.
Mh.

Qualcuno ha esperienza di coinquilinaggio? Consigli di sopravvivenza?



19 commenti:

  1. É meglio che non ti racconti la mia esperienza...
    Ad ogni modo, il miglior suggerimento che posso darti é quello di segnare bene il territorio e gli spazi. Quelli tuoi devono restar tali, sennó la convivenza diventerà davvero faticosa. Gli spazi comuni invece verranno autogestiti con il tempo.
    Lo sbattitore elettrico é carino, ma é la pentola a pressione che davvero mi spaventa... Indaga...
    Ciaoooo
    LaNico

    RispondiElimina
  2. Le uniche persone con cui ho convissuto a parte la famiglia di origine, sono marito e figli...e non sempre è facile. Non so come sia con degli estranei..mah!! Good Luck!

    RispondiElimina
  3. Le regole ci vogliono.
    La mia personale esperienza mi dice che si convive meglio con delle perfette sconosciute che con amiche, o quantomeno quelle che credevi tali prima di conviverci...
    Metti dei punti chiari, quali che siano, in rispetto delle esigenze di tutte, tipo i turni delle pulizie, o gli spazi di ognuna e le cose effettivamente comuni. Sii inflessibile su quello e malleabile su quello che non ti importa.

    (sai che ho scoperto che Settembre è un mio concittadino? io non lo conosco di persona, ma è amico di mia cugina! piccolo il mondo!)

    A*

    RispondiElimina
  4. Le uniche persone con cui ho convissuto a parte la famiglia di origine, sono marito e figli...e non sempre è facile. Non so come sia con degli estranei..mah!! Good Luck!

    RispondiElimina
  5. Un'impressione a pelle? Se quella che ha portato lo sbattitore, l'ha fatto perché cucina i dolci, non può essere una cattiva persona.

    A parte questo, da un'esperienza tra coinquiline possono nascere belle amicizie (se quelle con cui vivi non sono teste di c***o esagerate). Riunitevi una sera e stabilite i punti per cui si litiga più spesso in casa: pulizia degli spazi comuni, spesa, spazzatura e cucinare. Se riuscite a gestire bene questi punti, non dovreste avere troppi problemi :)

    THE RED GIRL SMILE

    RispondiElimina
  6. Io fossi in te rimarcherei il fatto che sei dolce e carina, ma è casa tua e quindi non devono rovinare mobili, invitare gente a caso a campeggiare a casa tua, eccetera eccetera.
    Il calendario delle pulizie a rotazione nazi (ma scritto con i pennarelli rosa) ha funzionato con i miei due coinquilini maschi pigri e viziati, quindi potrebbe essere efficace.

    RispondiElimina
  7. Ok, la storia dello sgabello non mi sembra un ottimo presagio.

    RispondiElimina
  8. io sono per il metteresubitoipaletti! anche perchè ti sei già risposta da sola: con la disponibilità e gentilezza iniziale la probabilità di prenderla in quel posto è tradizionalmente ed esponenzialmente alta, vedrai che con il tempo uscirà la tua vera indole non-rompiscatole, ma per quanto riguarda ordine-pulizia-rumore-oqualsiasialtrofastidio prevenire è meglio che curare ;)
    per il surplus di elettrodomestici direi che è un buon segno, di intraprendenza per la precisione, sarà che hanno la mia comprensione perchè anch'io ho quest'abitudine di integrare l'appartamento con varie ed eventuali!
    faccè sapè!
    @soulwoman87

    RispondiElimina
  9. Segna gli spazi, crea poche ma intoccabili regole, non farti coinvolgere emotivamente. Fonte: esperienza quinquennale di coinquilinaggio.

    RispondiElimina
  10. Se non puoi fuggire, evita di diventarci amica, definisci i tuoi spazi (come già ti hanno suggerito) e parla di te senza sbottonarti troppo.

    RispondiElimina
  11. Nono.... Non ho esperienze di coinquilinaggio... SOlo al mare... Ma io direi di essere molto chiara e di stabilire subito assieme regole, ecc. E dire ovviamnte se uan cosa ti da fastidio... IN BOCCA AL LUPO!

    RispondiElimina
  12. Pugno di ferro sicuro! Delle regole servono sempre!

    RispondiElimina
  13. La regola siamo tutti amici e vogliamoci bene non funziona quasi mai, perciò ho sempre convissuto con sconosciuti: definisci bene gli spazi, le regole sulle pulizie,sui prodotti in comune, arrivo e pernottamento degli amici/fidanzati vari. Ognuno in camera sua fa quel che gli pare, ma negli ambienti in comune totale rispetto!
    Ho avuto nell'ordine: pseudo pittrice che si lavava la biancheria solo con l'acqua per risparmiare sul detersivo, una monosillabica che chiudeva la porta della camera con una sedia ogni fottuta sera per pausa che la violentassimo(?), una over40 con sbalzi d'umore causa uomini, due 20enni settimana corta per cui la pulizia non era un loro problema e neanche il deodorante!
    L'unica esperienza positiva si è sputtanata con l'arrivo di fidanzato cerebroleso!
    E' dura la convivenza, soprattutto in un'appartamento ad alto tasso di estrogeni!

    RispondiElimina
  14. Potresti provare con lo stile esiliato-chic. Fai conto che la Rivoluzione d'Ottobre ti abbia sorpresa a Parigi, nel tuo elegante e disordinato appartamento del 6° arrondissement. Per campare devi dunque fare l'affittacamere. Il tuo rapporto con le ospiti paganti sarà fatto di diffidenti sorrisi e vaghi richiami ad amori imprudenti e ad un avventuroso passato.

    RispondiElimina
  15. Io ho convissuto per sette anni con studentesse varie. Spesso trovi casi umani e lì non ti resta che invocare la pazienza divina e fingere che non esistano. Altre volte la convivenza è davvero piacevole se non proprio divertente. Il fatto principale è che bisogna armarsi di pazienza e tolleranza e saper smussare i propri spigoli, facendosi sempre rispettare. Oppure puoi tramortirle con un vaso di fiori in testa ogni mattina!

    RispondiElimina
  16. Fortunatamente o sfortunatamente (dipende dai punti di vista) ogni sera me ne torno a casa mia. Convivere con genitori e fratello però è un gran bel da fare comunque e pendolare avanti e indietro ha i suoi lati negativi.

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. 10 anni a Firenze,4 case cambiate,per un totale di...mh...20 coinquilini? forse pure 30...ad ogni modo,come sempre,pugno di ferro in guanto di velluto. tu sei lì da sempre,ma loro sono in due,e se non marchi il territorio presto ti troverai la casa invasa da acchiappasogni,incensi che bruciano e foto di gente sbronza con tanto di scritte sui muri.e inizierai a odiare quella casa.

    RispondiElimina
  19. 5 case, 15 coinquilini, una giacca, un golfino, un dolcevita rattati (al golfino non avevo ancora tolto l'etichetta) Spadroneggia senza pietà. Piscia ovunque, fai capire di chi è il territorio.

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...