Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: #4 - Confessioni di una Maschera

#4 - Confessioni di una Maschera

Sì, lo so. Ho passato il tempo a scassarvi i maroni, chiedendovi che libri comprare e leggere, e alla fine sto leggendo il checcazzomipare.
Ma non lo sto facendo con cattiveria, eh, no.
Solo che mi sono resa conto di avere una quantità impressionante di libri non letti che giacciono bisognosi e orfani su mensole e scaffali, quindi.
Tipo questo. Me l'ha regalato nel 2009 - 2009. Sono passati quattro anni. Com'è successo? - il mio ragazzo dell'epoca. Neanche aperto, fino a qualche settimana fa. 
Ora, invece, sono profondamente innamorata di Mishima e mi leggerei di tutto e raccatto immagini e video per mezzo web.


Se avete una mezz'oretta libera guardatevi YUKOKU, il corto scritto e diretto da Mishima che la vedova, dopo il seppuku del marito, aveva tentato di far scomparire dalla circolazione dando fuoco a tutte le copie. Solo nel 2005 si sono miracolosamente ritrovati i negativi originali.

8 commenti:

  1. Antonsesfemmina17 marzo 2013 17:23

    Sei fra le poche persone che conosco – conosco, insomma, vabbè ci siamo capite – che riescono a leggere Mishima.
    Se hai già finito le Confessioni, posso consigliarti di iniziare la quadrilogia del Mare della Fertilità, che è di fatto l'ultima cosa che ha scritto prima di uccidersi. Ho letto il primo, Neve di primavera, sono dentro fino al collo al secondo, A briglia sciolta.
    Ci vuole concentrazione, per leggere Mishima, ma è meraviglioso. E poi, almeno per me, gli autori giapponesi sono affascinanti per la quiete, la disciplina, il rigore e la semplicità interiore che, quale che sia la trama, trasmettono come tratto distintivo del loro popolo. Una cosa fantastica perchè diversa: siete tu e il libro, e tutto intorno si ferma mentre la storia scorre su modi di essere che culturalmente ci sono estranei, e quindi diventano – almeno per me – magneticamente fascinosi.

    RispondiElimina
  2. ti consiglio di leggere anche " la voce delle onde" ...una storia d'amore alla giapponese...di quelle che non accadono più!

    RispondiElimina
  3. Leggi Stella Meravigliosa. Fa molto ridere ed è un Mishima che non ti aspetti (o almeno io non mi aspettavo).

    RispondiElimina
  4. Ciao Snob, ho trovato interessanti i tuoi post di letteratura e vorrei permettermi di consigliarti qualche libro da aggiungere alla lista dei 52. Oh, poi leggi pure checazzotipare ma ti giuro che questi meritano; - La sottile linea scura di Joe R. Lansdale -Opinioni di un clown di Heinrich Böll -Cortesie per gli ospiti di Ian McEwan e sempre di McEwan un libro intitolato -Bambini nel tempo. Spero di aver fatto cosa gradita. Un saluto da LH.

    RispondiElimina
  5. Bello. Di lui io ho amato particolarmente Il padiglione d'Oro, te lo consiglio.

    RispondiElimina
  6. E ovviamente, restando in Giappone, qualunque cosa di Yasunari Kawabata.

    RispondiElimina
  7. Non conoscevo nemmeno la storia di Mishima. Ora ho intenzione di leggerlo. Appena ho mezzora, mi guardo il video. Grazie :)

    RispondiElimina
  8. Se ti intrigano i giappi, prova anche Murakami Haruki. "L'uccello che girava le viti del mondo" è un titolo che io trovo perfetto.

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...