Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Chi ama il cinema non usa lo streaming.

Chi ama il cinema non usa lo streaming.

Chi ama il cinema usa i torrent.

Come ben sapete, sono una donna dalla casalinghitudine anche eccessiva e dalla nidificazione perpetua - dove per casalinghitudine non si intende l'essere una brava massaia ma l'avere la tendenza a passare più tempo possibile chiusa in casa.
Nidifico come se non ci fosse un domani. Non c'è persona che, entrando dentro casa mia, non si renda conto che questa non è semplicemente una casa, ma altro. Un nido una tana una grotta una safehouse, quello che volete: è un posto nel quale si potrebbe restare in eterno senza sentire la mancanza del mondo fuori.
O, almeno, per me è così.
Creare il nido perfetto è un compito infinito: quando, finalmente, pensi che tutto sia al suo posto, ci sono buone probabilità che tu debba trasferirti altrove. La mia dolce, dolce, dolce casetta - in particolare la mia camera - è molto vicina alla perfezione - e non sapete quanto l'idea di doverla lasciare mi terrorizzi.
Che poi puntualmente mi trovo bene ovunque, mi sono trovata bene sugli Champs la prima settimana e poi nel Marais, mi trovo bene in qualsiasi posto dove sono sicura che altri non verranno a rompermi le palle. Ho bisogno bisogno bisogno di una base operativa, datemi dieci metri quadrati miei soltanto, datemi dieci quadrati dove nessuno possa trovarmi e, giuro: posso fare quello che volete, andare in guerra, conquistare il mondo.

(Sto divagando.)

Dicevamo: uno dei grossi enormi problemi della stanza, fino a poco tempo fa, era uno: non c'era - e tuttora non c'è - il televisore. O meglio: c'è un combi Amstrad dei primi anni 2000 - naturalmente a tubo catodico, naturalmente non funzionante perché la sottoscritta non ha mai sentito il bisogno di comprare un decoder. E c'è un motivo: io odio la televisione.
Mentre ho sempre avuto un meraviglioso rapporto con la coppia televisore + lettore VHS, con la televisione non ci siamo mai capiti. Sì, sì: guardavo pur'io Bim Bum Bam, e Solletico, e - come si chiamava quello su Rete Quattro, che ci davano Sailor Moon? E più in là, naturalmente, diverse serie televisive: ma non ce l'ho fatta mai a fidarmi veramente. I telegiornali, i talkshow, eccetera. Gli unici programmi che apprezzavo erano i programmi che si potevano vedere tranquillamente in differita (leggasi: telefilm) e quindi, quando ho potuto sostituire la televisione prima con Emule poi con uTorrent ne sono stata felicissima.

Sono ormai anni che vivo tranquillamente senza TV - salvo restarne schiava quando torno dai miei per le feste e mi trovo ipnotizzata da Fox Crime: CSI 100% Grissom - e vi odio tutti quando la sera iniziate a scassare la minchia con un qualche programma televisivo su Twitter. Ecco. L'ho detto. VI ODIO.

(Ho ricominciato a divagare.)

Insomma: a che cazzo mi serve il televisore, chiederete voi, se non voglio vedere la televisione?

♥ A volte vengono degli amici a vedere dei film e, inutile dirlo, 15" sono un po' pochini.
♥ A volte 15" sono un po' pochini anche per me soltanto da sola. Perché, come si intuisce dal titolo, io odio profondamente lo streaming. Profondamente. Odio il low-fi applicato a film e telefilm. Se devo vedermi qualcosa, me lo scarico non dico sempre comunque in HD, ma almeno in qualità decente. Perché usare lo streaming quando, prevedendo con qualche ora in anticipo quello che si vuole vedere, si può scaricare - legalmente o illegalmente, vedete voi - qualcosa che ha una qualità da cinema?
♥ Fare tutto al computer, a lungo andare, ti rende impossibile concentrarti. Non riesci a vedere un film in santa pace: notifiche, notifiche, notifiche. Ah, aspetta un momento, rispondo a questo tweet-commento-domandasuask-messaggiosufacebook. E del film non capisci un cazzo.
♥ Se fai tutto al computer e non adibisci un luogo preciso con dei limiti fisici precisi a film e telefilm, rischi seriamente di passare quattro giorni della tua vita chiuso a casa a guardare qualche serie tv finché non finisce. Avendolo fatto, so che psicologicamente non è il massimo.

Per questi (futili) motivi e altri che non ricordo, era necessario avere uno schermo.
Un televisore, quindi.
Brrrr. L'idea non mi piaceva affatto, ma, nonostante tutto, ho iniziato a guardare i volantini degli sconti di unieuro/euronics/expert/ecc alla ricerca dell'LCD ideale. Per rendermi conto che per avere uno schermo delle dimensioni che volevo io, mi andava via minimo un migliaio d'euro.
Uhm. Un migliaio di euro per qualcosa di cui, nella sua funzione primaria, non ho bisogno.
E che dovrei trapanare ad un muro che, probabilmente, nel giro di qualche anno, sarà affittato a qualcun altro.
Uhm uhm uhm.

(Scusate se mi sto dilungando, ma queste meditazioni che stanno prendendo un intero post hanno occupato, nella mia esistenza, quasi due anni.)

Insomma: dopo qualche tempo, mentre ero a lezione presso la gloriosa UniSi, ho visualizzato la soluzione a tutti i miei problemi.
Il proiettore.
PROIETTORE is the way.
PROIETTORE è la soluzione a tutti i miei problemi.

Ho passato i dieci mesi seguenti a studiare un piano d'azione per rubare un proiettore all'università - che tanto non ci fa niente, diciamocelo. Valutata la non fattibilità della cosa, mi sono rassegnata e mi sono rimessa a sfogliare i volantini dell'Unieuro.

E, insomma - questa epopea tecnologica è quasi giunta alla conclusione - poche settimane fa finalmente ho fatto l'acquisto.
Philips PicoPix. OGGETTO SPETTACOLARE. Grosso come una mano, pagato un trecento euro, se ne sta pacifico sulla sua mensolina tutto il giorno, pressoché invisibile, ma quando si manifesta... 120" di schermo. È un fottuto cinema casalingo. Lo spettacolo. Ci attacchi una pennetta USB, e ti legge tutto: .avi, .mp4, TUTTO. Se avete la tendenza a guardare film giapponesi sottotitolati in inglese, no problem: legge anche gli .srt. È entrato nella TOP 5 degli oggetti più amati. La prima volta che la Ste - grande appassionata di cinema - ha visto questo amorino acceso, si è messa ad urlare.
(La scelta è caduta su un prodotto Philips per una curiosa affezione che questo brand è riuscita a crearmi: produce oggetti meravigliosi e utili - cosa ne sapete, voi, barbari acquirenti di lampadine IKEA, cosa può fare una lampadina Philips alla qualità luminescente di una stanza - ma anche oggetti meravigliosi e profondamente inutili - uno dei quali è il regalo fatto a Poupette qualche Natale fa, una di quelle assurde lampade LivingColors. Senza parlare del fatto che adesso hanno creato le lampadine LED Hue sullo stesso principio multicolore comandabili da iPhone. Non so cosa mi sta trattenendo dal comprarle.)
(Altra parentesi: no, purtroppo la Philips non mi paga e non mi regala nulla. Questa è, come tanti altri miei post, la lettera d'amore di una cliente soddisfatta al brand che l'ha soddisfatta.)

Bello, fantastico. L'unico problema del PicoPix è uno: l'audio. Le casse sono laterali e, per come l'ho collocato io, ovvero sulla mensola-libreria tra i vari volumi, non si sente un granché.
Problema risolto a breve facendo una fusione tra PicoPix e Tivoli Pal.
Ecco a voi lo Snob-Cinema, completo.
Insomma, l'equazione della felicità cinematografica casalinga è:

(Questo post è stato creato ieri sera, in un rigurgito d'odio per l'hashtag #tvoi: non l'ho riletto e ora come ora non mi ricordo che c'è scritto. Stavo solo cercando di convincervi a buttare via il televisore e il berlusconismo televisivo a questo tristemente e strettamente collegato, e darvi all'autarchia visiva con un proiettore. Ecco.)

Domanda a posteriori: quanti di voi sono effettivamente autarchici e non hanno la tv? Ditemi che non sono la sola. 

27 commenti:

  1. Sei un fottuto genio, grazie! (ora mi manca solo una casa tutta mia e un proiettore ma rimedierò al più presto)

    RispondiElimina
  2. io in tre anni da universitaria a Pisa avevo la tv in cucina ma era come non averla, non la guardavo mai, al massimo faceva un po' di rumore di sottofondo durante i pasti... sono da anni dipendente di serie tv rigorosamente in lingua originale reperite il giorno dopo la messa in onda americana, e va bene così :D
    adesso, da convivente, col mio ragazzo abbiamo fatto sky, lui è appassionato di sport quindi guarda partite, formula uno, sci e quello che capita...io ci guardo giusto la fox, realtime se voglio spegnere il cervello, e qualche film; l'unico programma commerciale a cui mi sono concessa è Masterchef :D
    quanto al digitale terrestre, figurati che non so nemmeno che canali ci siano: so solo che su rai4 fanno (facevano?) lost e su La5 gossip girl ;)

    Bella l'idea del proiettore, ma purtroppo in una casa come quella in cui stiamo adesso è inattuabile, abbiamo tutta carta da parati... in una casa mia, ci farò un pensierino :)

    A*

    RispondiElimina
  3. Non ho la TV da cinque-anni-cinque, e cioè da quando vivo da sola nel mio appartamento-nido da perfetta autistica.
    E pensavo anch'io al proiettore, dunque grazie dell'ottima dritta, Snob.
    Alessandra

    RispondiElimina
  4. Noi abbiamo la tv, ma la usa solo lui per giocarci alla play e io mi ci attacco alla wii qualche volta.

    RispondiElimina
  5. Non ho la TV come ben sai ma voglio un proiettore.

    RispondiElimina
  6. Presente. Nella mia casetta fra i colli, niente TV ma un bel proiettore NEC da 4000 ANSI lumen con soundbar Yamaha. Spettacolo puro.

    RispondiElimina
  7. Niente TV per 5 anni, stavo benissimo, non ne sentivo la mancanza. Ora c'è, è accesa circa 2 ore a settimana mentre io faccio tutt'altro.

    RispondiElimina
  8. Vivendo ancora nella casa di famiglia la tv ce l'ho ma non ho il tempo di guardarla facendo la pendolare (per fortuna)!
    Guardo solo film sul pc, spaparanzata a letto, sotto chili di coperte. Film scaricati, ovviamente, mai streaming: ho visto una sola volta un film in streaming è mi è venuto il nervoso perché saltava ogni due minuti così ho bandito quella barbara pratica!
    Il proiettore va molto ultimamente e ne capisco il motivo vista la comodità!

    RispondiElimina
  9. Ciao a tutti, mi chiamo Elizaveta e ho anni venti, uscita da casa da anni cinque, senza televisione da anni sei. Felicemente utorrentiana.

    RispondiElimina
  10. Vivo da sola da quando ho sedici anni, ora venti e non ho una televisione da cinque anni e vivo felice e sana così.

    Bel mesh up. Quasi quasi la a luglio copio :)

    RispondiElimina
  11. Ok, lo voglio anche io.

    RispondiElimina
  12. Io ho la tv ma da anni la uso quasi esclusivamente per i videogiochi, il resto tutto pc + amortelostreaming(e riscontro i problemi di cui parli). Quando avrò una casuccia mia tenterò di tenermi una parete libera per il proiettore. Giuro.

    RispondiElimina
  13. Niente TV in camera - in salotto, con una sfilza di DVD e VHS delle coinque.
    Il resto, tutto Torrent e streaming.
    Ora che mi ci fai pensare, mio padre ha comprato un proiettore che non usa praticamente mai...mhm. Però non so che ho una parete biancabianca dove appicciarlo. Vedremo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conta che la mia è azzurrina e si vede ottimamente :)

      Elimina
  14. Undici anni senza. Puerocenteico, ho eliminato la scatoletta alla nascita del primo figlio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questo non so se sono completamente d'accordo: ho paura che "vietando" la TV un bambino, per meccanismo di opposizione, arrivato ad una certa età inizi a vedere la peggio merda.

      Elimina
  15. torrent as there is no tomorrow

    RispondiElimina
  16. io celo, 42 pollicioni, ma la uso attaccata al pc per fare i 3d. Non sopporto la TV.

    RispondiElimina
  17. vale anche l'opzione antenna scassata da 6 mesi e manco ci penso ad aggiustarla??? A dire il vero prendo solo radiocapitaltv (adovo la programmazione del secolo scorso!!) e focus.

    RispondiElimina
  18. voglio le lampadine della philips

    RispondiElimina
  19. Dipende: io ho un mega-televisore con qualitá HD e guardo volentieri documentari e film rigorosamente NON italiani. Dalla BBC e altre reti arrivano cose spettacolari, certo che se ci si limita ai prodotti berlusconiani non val la pena acquistare una TV.
    Cuor di leone

    RispondiElimina
  20. Ecco....adesso lo voglio pure io! E' geniale! La tv di casa mia credo che non funzioni più per il non-utilizzo. Credo...non ne sono neanche sicura!

    RispondiElimina
  21. Ehilà!
    Leggo spesso il tuo blog e di recente mi è capitato di scrollare nell'archivio (no, non ho una vita sociale che mi porti lontano dal mio pc...) e trovare questo post. Ho visto l'animaletto che recensisci e mi è parso una gran figata quindi pensavo di acquistarlo. Dato che ho avuto pessime esperienze con i proiettori (tipo, non-so-cosa che si rompe e cominciano a vedersi solo puntini) mi chiedevo, ad un anno dall'acquisto, come si stesse comportando questo qui. Se potessi aiutarmi mi faresti un gran piacere! :)

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...