Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: A tale of two smartphones.

A tale of two smartphones.

Come ben sapete, io sono contro il fare il post sul nuovo iPhone quando esce il nuovo iPhone.
Quindi non ci metteremo a parlare del nuovo iPhone - o almeno, lo faremo solo marginalmente - e parleremo, piuttosto, del mio vecchio iPhone.
In poche parole, un prolungamento della mano.
S'è fatto con me tutte le ultime avventure: è rimasto sessanta secondi sott'acqua, n'è uscito quasi morto, è stato riparato per miracolo - e, avremmo scoperto poi, un po' approssimativamente - in una bottega di Saigon, dove ho passato un'ora a tentare di sbirciare sul tavolo di lavoro del vietcong iphonista - ribattezzato da Livia, che essendo medico si sentiva in diritto di tenermi lontana dalla sala operatoria e farmi la telecronaca, u precisu.
"Fidati, i parenti non li facciamo mai guardare."
"Ma mica è una persona, daje, non fa' la scema."
"Certo che cazzo ce ne sono tante di viti."
"..."
"Ma tante tante."
"..."
"E minuscole."
"..."
"Mi chiedo come cazzo farà a rimontartelo."
Come ho detto, mi è stato reso, ma con qualche trauma incurabile che si è però iniziato a manifestare successivamente.
Nel frattempo ha fatto il suo giretto in Vietnam, è stato abbandonato in Thailandia presso il famoso Nana Hotel, richiesto, negato, recuperato da uno squadrone della morte dell'UPS, consegnato al Mail Boxes etc di Monte Urano - non sapevate che esistesse un paese chiamato Monte Urano? Neanche io.

Insomma, passiamo ai vari traumi: la batteria regge tipo due ore, anche meno degli standard iPhone. Il touchscreen a tratti impazzisce e perdo completamente il controllo del mezzo e inizia a mandare DM, defolloware gente, mandare mail, fare foto, il tutto autonomamente per tipo tre minuti, prima di spegnersi e cadere morto. A tratti lo schermo si oscura però la dietro tutto continua a funzionare come dovrebbe. Ogni volta che lo metto in ricarica inizia a vibrare. E non smette se non dopo dieci minuti. I pixel dello schermo si stanno lentamente suicidando. Ogni tanto uno di loro fa pop! e si brucia. E, ancora più drammatico: le casse non funzionano, il microfono non funziona, non funziona nulla sotto il punto di vista audio. Telefonare è impossibile. So cosa si prova a mandare un figlio soldato e poi vederselo tornare mezzo scemo.

Per questo motivo ho dovuto comprarmi qualcosa per essere supportata telefonicamente.
(Una settimana dopo la Nokia è stata acquisita dalla Microsoft, e ho iniziato a guardare 'sto Nokia Asha come se fosse un nemico dello stato.)
(Contando che poi ieri sera quei rosiconi della Nokia, su twitter, si sono messi pure a trollare l'Apple, ci sono buone probabilità che lo butti nell'immondizia nel giro di qualche giorno.)
Caratteristiche: batteria che dura cinque giorni, pixel grossi come i diamanti di un trilogy, touchscreen sensibile come il pene di un adolescente che si masturba troppo e con la strabiliante capacità di farti provare la sensazione di twittare col telegrafo del Titanic.
80 euro, e telefona.
L'ho preso.

Ma credevo sarebbe stata una cosa breve. "Il 10 presentano il nuovo iPhone" mi dicevo, "per Ottobre lo avrò in mano e tutto tornerà a posto."
Seh.
Adesso chi ci va avanti per quasi tre mesi in questa situazione, con due smartphone che di smart non hanno più nulla?

11 commenti:

  1. Io ho due numeri, uno italiano uno no. Al momento uso due telefoni diversi di cui uno AA (Android Antico). L'altro è un Nokia, incapace totalmente di conservare l'orario impostato, a causa del fuso orario diverso della sim installata. UN DRAMMA.
    Sto attendendo con ansia l'uscita di un dual sim degno di tale nomea, ma nessuno se li fila, consapevole del fatto che il problema si ripresenterà una volta che avrò due sim di due paesi diversi all'interno. Il dramma è già stato affrontato in famiglia. Con esito positivo-smanettone.
    L'AA ed il Nokia hanno sensibilità del touchscreen completamente diverse, il che significa che con AA è buona la prima, per il Nokia servono 3 botte sulla lettera per scrivere una parola; 3 botte a lettera per 140 caratteri, fanno 420 botte. E dù maroni.
    CASE TELEFONICHE che leggete il blog della Snob [sì sto usando la tua popolarità a scopi personali] lo vogliamo fare un dual sim decente sì o no?
    Detto questo quel Nokia è orrendo Snob, c'hanno poco da ridere i nokiani de LA SCOCCA, la quale, traparentesitonde, costa 100 euro meno di quello main.

    RispondiElimina
  2. La questione dello smartphone è cosa delicata, l'ho affrontata pure io di recente!

    RispondiElimina
  3. Ma prenditi un bel Samsung!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MOUUUUUAAAAARGH!
      *crisi epilettica, schiuma dalla bocca, il cuore si ferma, muore*

      Mai, Android mi fa proprio schifo.

      Elimina
  4. Io ho un iPhone dei tempi che furono (un 3G, boh, che ne so), e so cosa significa rifiutarsi di cambiare interfaccia, specie con gli Android, che non so farli funzionare.
    Mi hanno proposto di crackarmelo per farlo tornare al vecchio splendore, ma ho paura che gli facciano male.

    (Scusa Snob per lo sproloquio, ma era per farti capire che ti sono vicina.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ma che sproloquio: ti capisco, ti capisco.

      Elimina
  5. Ho scoperto il tuo blog per caso: ....ritengo di aver avuto culo!! Non mi staccherò più dai tuoi post!!!!

    RispondiElimina
  6. Io avevo un iPhone 4s. E l'ho venduto. Adesso ho un Sony.ma perché? Perché? Io lo so perché : ho un androidiano in casa. Cose che succedono. Ma la mIa cara sorellina colpo di scena ha un iPhone 4 nel cassetto(solo lei può') Tu che faresti??

    RispondiElimina
  7. Ma la foto con cosa l'hai fatta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con l'iPhone, ormai lo utilizzo solo per Instagram e Twitter.

      Elimina
  8. "so cosa si prova a mandare il figlio soldato e vederselo tornare mezzo scemo" ho riso come non mi succede da ANNI. geniale, cara. io sono quella che hai portato in giro per Paris (stavo da Spora) nei primi due giorni di sbarco dall' Australia e ancora me li ricordo come divertenti e nutrienti. ripasso dall' Europa a breve e se sei in giro e ti va ci potremmo vedere per caffè (o aperitivo) e chiacchiere. nel frattempo, ovazioni e bazi. (lo so, off topic, ma ho riso troppo troppo)

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...