Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: L'Autoerotismo ai Tempi del Coniglio

L'Autoerotismo ai Tempi del Coniglio

(Facciamolo ogni tanto un post leggero: gli ultimi, me ne rendo conto, erano una mattonata ai coglioni.)

Inutile dirvi di quanto io mi sia sempre sentita la gallina blogger più figa del blog-pollaio grazie ai vari post sul piacere femminile che ho sfornato durante la vita del Diario.
Che poi nel web si parla di vibratori da prima che io nascessi, ma questo è un dettaglio, mi sento pioniera comunque.
E credevo anche di essere un'esperta, una che ci capisce, una che sa riconoscere le quattro otto dodici modalità di vibrazione, una che ha la vajay più allenata di quelle delle geisha e così via.

Povera illusa.

Mentre invece, niente. Sono una pivellina.
E sono una pivellina perché la mia vibro-flotta è esclusivamente, drammaticamente e tristemente clitoridea.
Già.

Il MIA, il rossettino delle meraviglie, il vibratore di Mata Hari?


Clitorideo.

L'ALIA, il mio giocattolino preferito, la versione per adulte del Cristallo del Cuore di Sailor Moon?


Clitorideo.

Il LYLA, che...


Ah, no.
Ehm.
Questo, ok, sarebbe stato pure interno.
Ma, ecco.
C'è il problema che non ho nessuno al telecomando.
Sono disgraziatamente single.
Senza nessuno a cui lasciare i miei telecomandi.
(Inutile dire la quantità di perversioni immaginate e sfortunatamente mai realizzate. Quel telecomando ha la portata di dodici metri. DODICI. METRI.)
Stendiamo un velo pietoso.

Insomma, riassumendo, ho sempre fatto l'emancipata piena di sex toys.
E invece.
E invece non avevo un Coniglio.


No, non questo.
IL Coniglio.
QUESTO Coniglio.

Imperdonabile.
Sono una quaquaraquà.
Tutta chiacchiere e distintivo.

Per fortuna la LELO ha ben pensato di colmare questa mia drammatica lacuna mandandomi il rabbit della sua linea giovane, la PicoBong.

Il KAYA.


Unitevi ai gridolini d'esultanza delle ragazze qua sopra.

Il Coniglio ti cambia. Dentro e fuori.

Il Coniglio ti cambia. Dentro e fuori.
Anche perché è dentro e fuori.
Un uomo può fare lo stesso lavoro di un vibratore clitorideo - circa - e può fare lo stesso lavoro di un dildo - circa.
Ma un uomo non può sostituire un Coniglio.
Mi dispiace, ragazzi.
Siete stati non solo sostituiti, ma addirittura superati.
Quattro a zero.
Non c'è speranza.
Siete destinati all'estinzione.
Mi dispiace.
È stato bello.

Il Coniglio ti cambia in generale, e il KAYA ti cambia in particolare.
Volete sapere i particolari?


Dodici modalità di vibrazione.
Devo dire altro?
Non diciamo altro.
Anzi, no: diciamo altro.
Lo fanno anche celeste extraterrestre, il che in un mondo di sex-toys nettamente diviso tra rosa - per le femminucce romantiche - e nero - per le femminucce fetish - è una boccata d'aria fresca. Inutile, quelli della LELO di design ci capiscono. E la PicoBong non ha nulla da invidiare per quel che riguarda la qualità alle linee della sorella maggiore.


Se i prezzi della LELO vi tengono lontane dal magico mondo dei sex-toys svedesi buttatevi sulla PicoBong, di corsa.
Come ho già detto, essendo marchio LELO, ha sia design che qualità ai massimi livelli.
Ma qualche differenza c'è.
♥ Arrivano senza batterie, quindi fatevi una bella scorta di pile AAA prima che arrivi il pacchetto altrimenti sarete costrette a frenare l'entusiasmo ed uscire di casa per comprarle invece che provarlo subito.
♥ Il packaging è tranquillo, ma non al lusso che la LELO ci ha abituato. Il che non è un problema se è un acquisto per sé stessi, mentre consiglierei ai signori che vogliono fare un regalino alle proprie amate di buttarsi sulla LELO, fa molta più scena, è inutile.
♥ Non hanno il sacchettino di seta, che sembra una cazzata ma fa comodo per occultarli subito a occhi indiscreti, quindi c'è da trovare un'alternativa.
♥ Non hanno le lucette: questa è un problema mentale che ho io. Adoro la lucina che fanno tutti i giocattolini LELO quando premi i bottoncini. Diciamo che non è esattamente una pecca, non averne - anche perché, ecco, capite, diciamo che le lucine sono un po' sgamabili. Ma io le amavo. Amavo anche le Lelly Kelly, un motivo ci sarà.

A parte queste cosine, piuttosto marginali, io voto sì.

Per dubbi e domande sono a vostra disposizione, come al solito. Sbizzarritevi.


15 commenti:

  1. estiqatsi le batterie!armiamoci,partiamo e..godiamo!! Michy

    RispondiElimina
  2. Perchè son scomodissime, sicuramente in preda al desiderio non ne troverò:) MIA per quello è praticissimo!

    RispondiElimina
  3. Un uomo non può essere sostituito. Un coso azzurro non ti farà mai passare una notte insonne per la gelosia, non ti farà piangere perché è uno stronzo, non si scorderà un anniversario perché è un coglione.

    Siamo ancora troppo avanti.

    RispondiElimina
  4. troppi serial americani....ne sono sempre più convinto; noi uomini ne usciamo sconfitti e alle donne sembra che quella sia la realtà.

    RispondiElimina
  5. Ho apprezzato moltissimo la citazione degli Intoccabili!!

    RispondiElimina
  6. Il commento di unobombarolo è avanti. Ma consolati, a volte (raramente in effetti, quasi mai) anche il Lelo ci abbandona sul più belo. Se ci dimentichiamo di ricaricarlo.

    Solo che a lui va meglio, mezz'ora in carica e ok. Non deve "parlare un po' di noi, lui.

    RispondiElimina
  7. STICAZZI, è proprio il caso di dirlo. Cariiini.

    RispondiElimina
  8. Io ho votato "si" tempo fa, ma a favore di un altro coniglio (il Rampant Rabbit di Ann Summers).
    Resto comunque una fedele donatrice di telecomandi LYLA :)

    RispondiElimina
  9. Grandissimo post ;-) Je t'adore!!!

    RispondiElimina
  10. Ciao sono uno degli spioni da Siena.

    Volevo regalare alla mia lady le Luna balls, che così bene hai recensito. Ora la spedizione costa ben 10€... Mi domandavo hai mica un codice sconto?

    Grazie, rob

    RispondiElimina
  11. Ciao Rob.
    Mi dispiace ma adesso non ho sottomano nessun codice sconto valido.
    Guardando anche altri siti ho visto che le spedizioni sono sempre sugli stessi prezzi.
    Però se è vero che sei di Siena e dintorni invece di comprare online potresti andare da Cocò, a Firenze, in Via dello Studio. Dovrebbero essere rivenditori Lelo e sono quasi sicura che le abbiano.

    RispondiElimina
  12. Articolo affascinante e interessante.
    Il prossimo potresti farlo sui sex toys per il bondage.

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...