Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Saving Mr. Banks

Saving Mr. Banks

Snob! Che fine hai fatto? Perché non scrivi più?

Grazie per tutte la mail di profonda preoccupazione per la mia temporanea assenza dal blog: non temete, è stata soltanto la coincidenza di qualche progetto di troppo con qualche malanno di troppo.
Per quel che riguarda i progetti, tutta roba fighissima: credo che qualcosa vi verrà manifestato appena sarà il caso - no, non temete: non sto scrivendo un libro e non pubblicherò un libro, a differenza del 98% della blogosfera - mentre per quel che riguarda i malanni... è possibile avere tre diverse patologie acute in un solo mese? Possibile? 
Insomma adesso tocca all'influenza. Cheppalle l'influenza.

E cosa fa la Snob mentre ha l'influenza? Si vede qualche film.

Tipo Saving Mr. Banks. 

Saving Mr. Banks


Partiamo subito dicendo un paio di cose.
Numero uno: io non capisco un cazzo di cinema. Le mie trilogie preferite sono Indiana Jones, Ritorno al Futuro e Star Wars, capitemi. Sono una figlia della cultura pop. Tra gli ultimi film visti ci sono World War Z e Beasts of Southern Wild, mescolo di tutto senza criterio e regola. Quindi magari che ne so, il tutto sotto un punto di vista critico serio fa schifo, ma ragazzi: a me Saving Mr. Banks è piaciuto da morire. E questo è il mio blog quindi, ci siamo capiti.
Numero due: probabilmente mi è piaciuto da morire a priori perché a me piace da morire Walt Disney - se fate parte della categoria di persone che vede in Walt Disney e nella Disney e nei cartoni della Disney il male e li dipinge in tinte occidentali, consumiste, massoniche e fosche insieme alla Coca-Cola e al McDonald's ecco: questo blog non è il post adatto a voi. Qua siamo gente magica, infantile e felice.

Io amo Walt Disney. Dovendo scegliere una persona da portare indietro dal mondo dei morti non sceglierei nessuno scrittore morto giovane e con opere incompiute, no: WALT DISNEY, senza dubbio. Tuttora se penso che Walt Disney è morto - ed  morto prima che nascessi, eh - mi viene da piangere.
Non avevate capito che mi piace la Disney? Strano.
Saving Mr. Banks
Comunque: bravo Tom Hanks. Non credete sia facile essere Walt Disney - non per nulla nessuno lo è mai stato fino ad adesso. E Tom Hanks ha fatto un lavorone, perché se io che ho passato un'infanzia a vederne spezzoni di interviste sono stata tratta in inganno, beh: significa che l'hai fatto bene. Spettacolare Emma Thompson con il suo accento - forse questo nella versione italiana ve la perderete - con la sua sobrietà tutta britannica che passa il tempo a combattere quell'entusiasmo apparentemente insensato che regna negli studi californiani della Disney - date a quella donna un Oscar, perdiana! Questo film è stato terribilmente sottovalutato a livello di nomination.
Ho pianto per una percentuale drammatica del film. Tipo sempre.
Adesso non vorrei mettermi a raccontarvi per filo e per segno quanta meraviglia c'è in Saving Mr. Banks e rovinarvi il film.



Ma posso dire una cosa: Saving Mr. Banks rende il più grande difetto della Disney, di Disney - gli Happy Endings - il suo più grande pregio. Walt Disney è uno che vuole rimettere a posto le cose, almeno nell'unico posto dove può farlo: nelle sue storie.

E Hanks ricorda a tutti il legame che c'è tra Walt e Mickey, nel momento in cui giustifica la Travers che ancora rifiuta di cedere i diritti per Mary Poppins, mentre è con un Richard Sherman interpretato da Jason Schwartzman a cantare le canzoni di un film che probabilmente non si farà.
I've fought this battle from her side. Pat Powers, he wanted the mouse and I didn't have a bean back then. He was this big terrifying New York producer and I was just a kid from Missouri with a sketch of Mickey, but it would've killed me to give him up. Honest to God, killed me.
That mouse, he's family.

17 commenti:

  1. il film è bellino, ma essendo stato prodotto e creato dalla disney appunto si inventa un happy ending che non c'è, alla creatrice di Mary Poppins il film fece davvero orrore. Non so, sapendo questa cosa dall'inizio ci ho visto un po' troppo buonismo. Mi rendo conto che ultimamente la magia Disney mi convince poco, anche se con Frozen pensavo mi avesse riconquistata - bentornata anyway!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me invece da the Princess and the Frog in poi vedo una fortissima ripresa, sarei addirittura tentata di chiamarla un secondo rinascimento dei Walt Disney Studio.
      E secondo me Mr. Banks sta giocando esattamente lo stesso ruolo che all'epoca, nel 1988, giocò Who Framed Roger Rabbit.

      Elimina
  2. oddio roger rabbit, cosa mi hai ricordato! la luce dei miei occhi, la crema del mio caffè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FARFALLINA!
      http://www.youtube.com/watch?v=ctfNBeh6QIs

      Elimina
  3. (e il post sul kindle? :( )

    RispondiElimina
  4. Ti hanno invitato alla prima a Roma? Hanno invitato le peggio fashion sceme.

    RispondiElimina
  5. No, evidentemente non ero abbastanza fashion o abbastanza scema :D

    RispondiElimina
  6. Oddio Snob *___* Io anche adoro immensamente la Disney, sarà che ci sono cresciuta leggendo Topolino (prima quelli degli anni '60 di mio zio, poi i nuovi comprati puntualmente ogni mercoledì dal nonno).
    Conosco i classici e le loro canzoni a memoria (ora dato che le VHS non servono più li sto ricomprando in dvd) e per di più sono una che a trent'anni va volentieri a Disneyland a cazzeggiare... una eterna sognatrice insomma.

    Il mio film preferito in assoluto è proprio Mary Poppins!
    Non sai quanto sto aspettando Saving Mr Banks al cinema!

    Ti leggo da un pò e commentavo in anonimo (sono anche fiera portatrice di SnobTee) ma ci siamo parlate spesso su Instagram (ozigrrl). Da qualche giorno ho riaperto il blog dopo una decade di silenzio

    RispondiElimina
  7. Beh avevo già intenzione di vederlo, meglio.
    La Disney mi è piaciuto tantissimo nel periodo d'oro (Hercules ed il Gobbo di Notre Dame, enough said), ora sono un fanboy pixar. Che a sua volta è disney da parecchi anni, quindi non fa troppa differenza...
    the Princess and the Frog però è stato una bella sorpresa.

    RispondiElimina
  8. E stavolta non ci sbatti il torrent? :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedete e vi sarà dato: http://kickass.to/saving-mr-banks-2013-dvdscr-ac3-juggs-t8428315.html

      <3

      Elimina
  9. Ad Emma Thompson, purtroppo, non hanno dato neppure la nomination all'Oscar. Quelli dell'Academy sono stati davvero ingrati con questo film e con lei, una delle migliori attrici in circolazione. Di Oscar la Thompson ne ha due, ma vinti circa vent'anni fa. Quest'anno la potevano almeno nominare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche perché secondo me è stata veramente bravissima in questo film.
      Ok, è un film che parla di uno che faceva i cartoni animati, so che non è figo come tanta altra roba, ma mi puoi mettere in nomination la Bullock per Gravity e non lei?

      Elimina
    2. Almeno facessero vincere Frozen come migliore film d'animazione, eh!

      Elimina
  10. Adoro topolino :)
    http://www.agoprime.it/

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...