Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Tre Oggetti #7

Tre Oggetti #7

Vi avverto: dovrete perdonarmi per il livello di - non so definirlo - GIRLY? di questo post. È la primavera, scusate.


#1 INDIE NAIL POLISH

Sapevate che anche gli smalti possono essere hipster? Io no. Terribile mancanza, lo so.
Vaffanculo Chanel, vaffanculo Dior, vaffanculo Lancôme: da oggi in poi tutta la mia vita smaltosa sarà indie. Cosa si intende per Indie Nail Polish? Esattamente lo stesso che per la musica: piccole case di produzione alternative, lontane dalle grosse major, roba di nicchia per gusti raffinati, pochi pezzi, edizioni limitate, eccetera.
Quello che, a livello più strettamente pratico, ne viene fuori sono collezioni di smalti che sembrano essere state create da animatori della Disney sotto acido o allevatori di unicorni.
Arcobaleni! Glitter! Duochrome - parola che prima di scoprirli non credevo neanche esistesse!
Glitter come se piovesse. La mia parte minimalista, ormai da qualche mese in lotta con la mia parte infantile gioiosa e colorata, si dichiara sconfitta: li voglio tutti.
Le due marche che più adoro sono quelle forse più conosciute, ma i cui colori maggiormente ricordano il vomito degli unicorni: la A England e la Enchanted Polish.
La principessa Disney che è sempre più manifesta in me - anche grazie a Frozen - vede quei glitter e desidera.


#2 BUSTINE SPORADICHE PER TACCHI

Come potete ben immaginare, sono stata obbligata a parlarne. Naaah, non è vero, scherzo. Soltanto è innegabile che la Spora sforni sempre idee carine per ogni folle progetto che le passa per la testa. Le buste per i tacchi sono ganzissime - sto parlando come lei, salvatemi - e indubbiamente comode per ogni essere umano costretto al nomadismo.
Bellissime! Dove posso comprarle?
NON POTETE.
Se volete queste bustine dovete donare la vostra anima i vostri soldi alla Spora, che vuole conquistare il mondo presentando il suo ebook in giro per l'Italia. Ha già fissato tappe in tantissime città italiane - per fortuna non a Siena - e se continuate a donarle soldi si espanderà a macchia d'olio e tutto sarà perduto. Però voi avrete dei bellissimi sacchettini per le scarpe, e quindi si può anche fare, via.

#3  BLUSH LIQUIDO BECHIC

Avevo comprato questo blush qualche secolo fa in un momento di tristezza e soltanto adesso ho iniziato ad utilizzarlo in maniera consistente: ed è la svolta. Ora, non so se tutti i blush liquidi sono così fighi o soltanto questo, ma è la svolta. Riesce a trasformarmi da un essere morente con faccia slavata a una giuoiosa affascinante giuovane donna che saltella in abiti svolazzanti per Siena - ok, sto esagerando.
Ma, viggiuro, già due persone mi hanno detto "Che bella pelle!" - bella pelle! Io! I traumi acneici adolescenziali possono essere sconfitti! C'è speranza per tutti! - in giorni in cui indossavo solamente questo blush. Suppongo che la cosa più figa è che è completamente privo di shimmer glimmer e cazzi luminescenti simili, quindi sembra effettivamente naturale, e non - come mi è successo con qualsiasi altro blush - una bambina di cinque anni che si è messa  giocare con i trucchi della mamma.
A dire il vero questo blush volevo restasse il mio più oscuro segreto - muahahahahahah! - ma poi mi sono sentita in colpa e ve l'ho detto. Adesso tutti quelli che mi vedranno bella come Aurora che gira scalza a raccogliere le more insieme agli animaletti del bosco conosceranno l'inganno e mi schiferanno per questo, SOB.

18 commenti:

  1. Adoro i "Tre oggetti". Grazie per condividere.

    Ho una domanda, da maschiaccio che si trucca solo con l'essenziale per non sembrare una scappata di casa: come sono i prodotti Be Chic? Non tanto in termini di inci e cazzilli vari ma in termini di: "promettono ciò che affermano?". Non li ho mai provati, ahime, ma mi incuriosiscono moltissimo. O meglio: sono una schiava del packaging.

    Grazie <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora: la Crema della Buona Notte è fantastica. È la miglior crema notturna che abbia mai provato, tutto dire. Quello è proprio il prodotto d'eccellenza. Poi mi sono trovata bene anche con lo Scrub del Buongiorno - molto buono - la Crema del Buongiorno - buona ma non ai livelli della Buona Notte - e comunque sono rimasta soddisfatta di tutte le creme e gli oli per corpo/viso multiuso, Inoltre gli inci non dovrebbero essere male e le profumazioni sono fantastiche. Per quel che riguarda i trucchi ho solo provato una palette occhi su cui però non so darti troppi imput - non sono una di quelle che si trucca molto, quindi a me pare buona, ma magari una Beuty-Make-Up-Artist-Blogger ti dice che fa cagare. Poi oltre al blush ho provato, che mi è arrivato con la palette, il mascara: questo mi piace perché è molto leggero, dal profumo delicato - odio quelli che sanno di sintetico, non so se capisci cosa intendo - e puoi modularlo bene: a me piace metterne poco, non voglio grumi, e questo fa il suo.

      Elimina
    2. I millemila refusi sono dovuti alla scrittura da iPhone, perdono <3

      Elimina
    3. Chiara come sempre. Grazie mille. Davvero.

      E non preoccuparti per i refusi. Non avrei mai pensato che fossero determinati da altro se non dalla tastiera <3

      Elimina
  2. Sei adorabile. Persino la parola "alternative", che generalmente detesto per la sfumatura ideologica che ha acquisito negli ultimi tempi, utilizzata da te, riacquista il suo significato letterale.
    Ecco.
    Evviva gli smalti principeschi, i glitter, le guance da Aurora che saltella nei giardini e - come dimenticarle? - le bustine della Spora <3
    Zoe

    RispondiElimina
  3. Esiste tutta una serie di make up hipster, anche i rossetti che hanno colori punk e miniponosi! Li ho scoperti grazie alla mia amica Terry (http://superqueen.wordpress.com/) che colleziona make up alternativo.
    Ma Be Chic lo produce Pupa? Ho trovato alcuni prodotti make up di questa marca nell'outlet Pupa di McArthur.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi vado a fare una cultura sul make up alternativo.
      Sai che non ne ho la più pallida idea se è gruppo Pupa o no?

      Elimina
    2. Infatti mi è parso curioso, anche perchè non sono ancora riuscita a trovare questi prodotti da nessuna parte... fosse così amplierei un pò il range di distribuzione (o magari lì ci erano capitati per sbaglio :-P erano due palettine di ombretti tanto carine, ma per nulla scriventi)

      Elimina
  4. OOOOH che figata.
    Adesso ti devo regalare le bustine, scommetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre stata una ragazza così intelligente.

      Elimina
  5. gli smalti sono veramente favolosi!

    www.agoprime.it

    RispondiElimina
  6. Io ho uno smalto simile blu della KIKO credo fosse uscito l'anno scorso a fine estate o inizio (solo che a me lo hanno regalato dopo) non lo metto mai, al lavoro non posso. Lo vuoi???
    Per caso la Be Chich ha una sezione dell' e-shop titolata "Miracoli"? No perché altro che blush per la mia faccia... l'areografo mi ci vuole!
    <3

    RispondiElimina
  7. Ciao Snob, a proposito di make up indie, prova a dare un'occhiata quihttp://www.xovain.com/#awesm=~ozecMIe2X3lhqA
    Clizia

    RispondiElimina
  8. E' primavera e il colore ci sta tutto!

    Blush che mi ispira, ma con la pelle da Mortissia che mi ritrovo finirei per assomigliare ad una bambola assassina che ad Aurora. #spessoilmalediviverehoincontrato.

    Vivienne

    RispondiElimina
  9. ok, allora non sono impazzita io. Dev'essere l'età, Snob, a 'na certa ti regredisce il cervello e il glitter torna appetibile.
    ps, letto giusto qualche giorno fa: http://www.softrevolutionzine.org/2014/glitter/

    RispondiElimina
  10. Ciao Snob. Io non riesco a trovrle nei negozi le creme della bechic. Tu dove le acquisti?

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...