Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Metodi Snob per Lavarsi i Denti

Metodi Snob per Lavarsi i Denti

Per motivi che sfuggono completamente alla mia comprensione e che neanche l'inconscio collettivo racchiuso nell'I-Ching riesce ad inquadrare alcuni di voi, sul mitico ask.fm, mi chiedono COME LAVARSI I DENTI.

Ecco, quando succedono queste cose mi sento esattamente come Simba quando vede lo spirito di Mufasa che tuona "SIMBA! RICORDATI! CHI SEI!"
Soltanto che invece di Mufasa compare mia madre col trapano in mano, la mascherina in faccia che mi indica il riunito Anthos - BRRRR.
Ok, ok, non si possono rinnegare le proprie origini, lo so. So' figlia di una dentista.
(Mamma, ti voglio bene anche se sei una dentista, dai. Scherzo, davvero.)
Ragazzi, inviamo tutti quanti un po' di amore virtuale alla #SnobMadre che poverina la bistratto sempre.
#TANTOAMORELLASNOBMADRE
(Contenta mamma?)

Scusate, sto divagando.
Insomma, comunque non capisco per quale motivo mi fate domande così idiote. Capisco il morboso che c'è dietro il sesso anale e la masturbazione e il sadomaso e il bondage e insomma avete capito, però quali dubbi o quale fascinazione proviate per l'igiene dentale mi sfugge.

Eppure non c'è persona migliore a cui chiedere qualcosa del genere, perché essendo stata educata più dai topolini della Mentadent - non sapete negli anni novanta quanta comunicazione faceva la Mentadent - che da Mickey Mouse e avendo imparato a leggere sulle riviste odontoiatriche, insomma di denti e di igiene dentale ne so qualcosina.



Quindi, iniziamo con gli strumenti base di cui abbiamo bisogno.


Spazzolino

Non mi dilungherò qua su quello che è stato uno dei miei drammi esistenziali più profondi: la connaturata bruttezza degli spazzolini. Perché non siamo capaci di fare uno spazzolino bello e ben fatto? Ma tutti questi giovani architetti e designer, vogliamo metterli a lavorare? E per favore: molti di voi mi hanno già presentato spazzolini che credevano essere carini - tipo quelle cose minimal di Acca Kappa o similia. NO. Bellini, sì, ma non ergonomici. Lo spazzolino deve essere ergonomico. Ergonomico significa che ha una bella curva che permette di raggiungere anche il fondo della bocca ed andare a spazzolare la superficie masticatoria dei molari con le setole perfettamente perpendicolari alla stessa senza andare a sbattere su incisivi e company. Capito? Ergonomico. Non fate gli hipster con quegli spazzolini vintage.
Lo spazzolino perfetto l'ho trovato ed è questo: Mentadent Style Tech Pininfarina, o nero o bianco, con setole medie. Vivo nel terrore houellebecqiano di non trovare più questo spazzolino in vendita, ne faccio scorte mostruose ogni volta che lo trovo. Speriamo vada avanti così. Mentadent, mi senti? Ti prego, Mentadent. Non ci abbandonare.


Dentifricio

Ok, qui la sofferenza è immensa. Vorrei, davvero, vorrei dirvi con tutta me stessa che il dentifricio perfetto è il dentifricio Marvis. Perché il dentifricio Marvis è bellissimo, hipsterissimo e lo adoro. Dentifricio Marvis alla Liquerizia coordinato a Mentadent Style Tech Pininfarina nero, il paradiso terrestre, pura bellezza. MA. Ma mia madre, visto che all'ultima visita mi ha trovato i colletti dentali un tantino scoperti - cosa che mi ha mandato oltremodo in crisi perché di base non sono un'ipocondriaca ma per quel che riguarda la salute dei miei denti ho una vera ossessione - e mi ha obbligato a passare all'Elmex. Ecco, l'Elmex è un dentifricio che ha la classica parvenza da tubetto di medicinale, di color celeste se sei fortunato e arancione se hai sfiga. Però formula imbattibile, a detta della SnobMadre. Quindi adesso sto utilizzando l'Elmex Sensitive, ma spero di poter tornare preso dal mio amato Marvis.


Filo interdentale

No. Il filo interdentale non è un optional. E so benissimo che una buona percentuale di voi neanche ce l'ha in casa. Inutile fingere. Inutile negare. LO SO. Vi conosco. Bene, senza filo interdentale rischiate. Rischiate tanto. Anche una persona che sa lavarsi bene i denti rischia un casino, senza filo interdentale. Ma so che voi non sapete neanche lavarvi bene i denti - di base nessuno sa farlo - e questo, ragazzi, vi fa rischiare di ritrovarvi con le peggio carie e di dover andare a dare un casino di soldi ad un dentista per ponti ed impianti. Quindi: utilizzate il filo interdentale. Fatelo.Il filo interdentale che utilizzo io è l'Oral-B Satin Floss. State attenti a quelli scadenti che sono troppo rigidi o troppo cerati, e se maneggiati male feriscono le gengive. Se siete agli inizi del vostro rapporto con il filo interdentale posso consigliare l'Oral-B Ultra Floss, ne ho consumato un rotolo e devo dire che non mi soddisfa come il Satin ma resta molto semplice da usare.


Puliscilingua

Credevate che avessimo finito al filo interdentale? Ah ah! Illusi. Lasciate che io vi introduca al magico mondo del puliscilingua. No, gli spazzolini sfigati con il grattino nel retro della testina non possono essere definiti puliscilingua. Un puliscilingua è un attrezzo o di metallo o di plastica a forma di U che va passato almeno una volta al giorno sulla superficie della lingua, raschiando via quella patina di batteri e roba in decomposizione che avete lì. Mia madre considera questo oggetto meno indispensabile della trinità filo-dentifricio-spazzolino, ma fidatevi che dopo che avete iniziato ad utilizzarlo vi cambia la vita. Cioè, ammetterete che è piuttosto inutile lavarsi bene i denti se poi lo schifo continua a proliferare sulla lingua.


Collutorio

Regola numero uno: NO. AL. LISTERINE. Il Listerine è il male. Il Listerine è alcolico, e non c'è niente di peggio di un collutorio alcolico. Secca le mucose, irrita le gengive, vi può creare serissimi problemi. Non utilizzate Listerine. Fidatevi di me. Ed evitate pure quella roba di supermercato che spesso e volentieri ha gli SLS - sì, esatto. Quelli che voi non volete utilizzare se li trovate, che ne so, nello shampoo. Ecco: ve li volete bere? Non è il caso.
Quindi, la mia scelta cade sul Curasept Daycare. DAYCARE, non prendete la versione medicinale, quelli servono solo in caso di infiammazione o similia, qui stiamo parlando di igiene quotidiana. Io adesso sto utilizzando quell agli agrumi, ma poi prenderò il Whitening per vedere com'è.


Ora, abbiamo il nostro armamentario completo.

Passiamo alle due tecniche, quelle del filo interdentale e quella dello spazzolamento.

Per quel che riguarda lo spazzolamento dei denti, diciamo subito che va usato pochissimo dentifricio sulle setole dello spazzolino asciutto. No, non dovete passarlo sotto l'acqua prima o dopo aver messo il dentifricio e di dentifricio dovete usarne poco poco. Altrimenti vi illudete che tutta quella schiuma stia pulendo e li spazzolate male.
Ci sono diversi metodi per spazzolarsi i denti: io utilizzo il Metodo di Bass.
(Sì, ci sono "metodi" per lavarsi i denti. Sì, qualcuno gli ha dato un nome. No, non è Chuck Bass.)
Iniziamo. Superfici esterne ed interne: setole dello spazzolino a 45° gradi rispetto al dente, appoggiare le setole contro il bordo della gengiva con una lieve pressione e facendo vibrare leggermente lo spazzolino - questo permette di sbriciolare la placca. A quel punto, "spazzare" dal rosso verso il bianco - dalla gengiva verso il dente, insomma - per portare via i residui. Sembra difficile, ma dopo un po' ci si abitua e viene naturale. Per le superfici interne il tutto è un po' più complesso - se avete un'arcata naturalmente ogivale magari vi è più facile utilizzare soltanto la punta della testina per compiere il giusto movimento nel retro degli incisivi. Non c'è niente di più sbagliato del movimento orizzontale fatto con foga su incisivi e canini: rischiate di fottervi le gengive, e ricordate che a quelle gengive ci stanno attaccati dei denti. Se avete le gengive malridotte e vi rendete conto di fare troppa forza mentre spazzolate, provate ad utilizzare la vostra mano non dominante per lavarvi i denti, così da essere più delicati.
Sulle superfici masticatorie piatte - come quelle dei molari - potete invece andare con le setole parallele e sfregando bene, soprattutto se avete dei solchi dentali pronunciati - se non avete idea di cosa siano dei solchi dentali, chiedetelo al vostro dentista la prossima volta e, nell'eventualità li abbiate particolarmente profondi, sentite un po' se è il caso di farli sigillare.
Altra cosa da ricordare: lavate i denti la mattina, prima d'andare a letto e circa mezz'ora dopo i pasti. Non subito dopo, perché c'è il rischio che l'azione dello spazzolamento unita all'eventuale acido del cibo porti ad un'involontaria corrosione dello smalto, quindi meglio attendere giusto una trentina di minuti che l'effetto tampone della saliva abbia avuto effetto sul ph della bocca.

Di filo interdentale, invece, va preso circa un mezzo metro per sessione di utilizzo. Sembra tanto ma fidatevi che vi serve. L'Oral-B Ultra Floss ha già le sezioni giuste segnate, quindi per un principiante è il più adatto. Dovete arrotolare quasi tutto il filo all'indice o medio di una mano, e tenerne il poco restante nell'indice o medio dell'altra. A mano a mano che lo utilizzate, andrete a srotolare da una parte e arrotolare dall'altra, così da avere sempre un pezzo di filo pulito ed integro da usare. Dovete passarlo negli spazi interstiziali andando a formare una U che avvolga ogni dente, così da rimuovere bene la placca che si forma.

Insomma, ho dato una riletta e credo di avervi donato tutto il mio sapere in medito di igiene orale.
Se passa qualche dentista che crede io abbia detto qualche cazzata mi faccia sapere, non ho avuto il tempo di far correggere il tutto alla SnobMadre ma credo comunque d'aver superato l'esame.

42 commenti:

  1. Quindi in sostanza una sessione di lavatura denti quanto dovrebbe durare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai parlando del solo spazzolamento o di tutta quanta la procedura? Per la sola spazzolatura dipende: io che utilizzo il metodo di Bass da anni ci metto circa tre minuti, però se inizi adesso, prima di prenderci mano, puoi anche metterci di più.
      Se includi puliscilingua, filo interdentale e colluttorio io ci metto in tutto un otto minuti a dire tanto.

      Fidati che è meglio passare qualche minuto in più a lavarsi i denti che sei mesi a sessant'anni ad aspettare che gli impianti ti si stabilizzino. E costa pure di meno.

      Elimina
  2. Ok. Otto minuti per te significa che io ce ne metterei almeno 10-12 i primi tempi. Ma le tue argomentazioni sono ferree. Mi hai convinta. Lo spazzolino figo si trova anche in un supermercato ben fornito o va ordinato on line?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, lo trovi tranquillamente alla Cooppe :) Comunque quella è una fissa mia, quasi tutti gli spazzolini Mentadent sono ben fatti - l'importante è che abbiano le setole medie e che siano ergonomici.

      Elimina
  3. Per togliere il giallino dovuto a caffè e sigarette?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma dice: "DOVETE TUTTI SMETTERE DI FUMARE"

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo prima su FB, se lo spazzolino elettrico non è un signor spazzolino elettrico e non si usa bene meglio il manuale :)

      Elimina
  5. Il filo interdentale va passato tra tutti i denti? Ogni volta che ci si lava i denti?? A me fa sempre sanguinare le gengive perché ho i denti troppo vicini (e uso già l'Oral-B Satin Floss), non posso perdere mezza giornata a lavarmi i denti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Filo interdentale almeno una volta al giorno, prova ad utilizzare l'Ultra Floss che avendo una struttura tubolare è più delicato. Ricordati comunque di non applicare troppa forza, soltanto quel che basta per superare il punto di contatto.

      Poi ehi, nessuno ti obbliga a lavarti i denti eh :)

      Elimina
    2. Non scherziamo! Li lavo ogni volta che posso, ma non nel modo più giusto, evidentemente. Adesso studio i tuoi consigli e mi applico. Non immaginavo che un giorno mi sarei trovata in bagno con lo smartphone a leggere istruzioni su come lavarsi i denti. Sempre la migliore, Snob.

      Elimina
  6. E allora io in segno di protesta uso il Pearl Drops.
    #tantoamoreperlasnobmadre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo, il Pearl Drops graffia lo smalto!
      Prova il Curasept Whitening.

      Elimina
  7. Be', io uso l'argilla ventilata bianca per lavarmeli e non ho mai avuto i denti così puliti. Tutti gli altri dentifrici plasticosi mi sembrano fuffa adesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io starei attenta che ad erodere lo smalto con la roba troppo abrasiva è facile.

      Elimina
    2. l'argilla sarebbe abrasiva???

      Elimina
    3. Sì, è abrasiva. Conta che ci lucidano anche la carrozzeria delle automobili, con l'argilla.
      Però se volete fare gli hippy, curarvi coi cristalli e non vaccinarvi non sarò io a vietarvelo, eh.

      Elimina
    4. ahhhh, va bene, sai, io mi lavo i denti con l'argilla, non escludo di potermi curare con i cristalli e non ho vaccinato i miei figli....e soprattutto verifico le mie informazioni, prima di fare affermazioni che milioni di persone potrebbero smentire, ma di certo mi sbaglio....

      Elimina
    5. A) Impara a scrivere, perché veramente non si capisce cosa vuoi - probabilmente era un tentativo antifrastico ma non t'è riuscito benissimo.

      B) Anche esperti "alternativi" come Zago e Lola su Promiseland dicono che l'argilla è abrasiva, ma ripeto, tu fai come ti pare.

      C) Se sei capace di portarmi una ricerca medica che approvi l'uso dell'argilla per lavarsi i denti - una ricerca medica, non il post sul blog di Beppe Grillo - sarò felicissima di darti ragione.

      Elimina
    6. Sono il primo anonimo (non l'altro), quello che ha detto che si lava i denti con l'argilla. Io intendevo che uso un dentifricio artigianale a base di argilla bianca ventilata che compro su Saicosatispalmi; non è che si tratta di argilla pure, eh.

      Elimina
  8. Quindi, sempre per la questione abrasività, anche il parodontax è da escludere? È così figo lavarsi i denti con un dentifricio che non sappia di finta menta :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, il Parodontax è ok, perché? :)

      Elimina
    2. Sospettavo che il bicarbonato contenuto potesse essere troppo aggressivo, ecco perché. Invece no. Happines :)
      Grazie SnobGirls!

      Elimina
    3. In molti dentifrici c'è del bicarbonato. Il problema è quando viene usato da solo quasi "a secco", che può essere abrasivo, mentre unito ad altri ingredienti ed in pasta - solitamente sorbitolo o glicerina, che sono umettanti - è ok.

      Elimina
    4. Mi unisco all'amore per il Parodontax, e in generale a questo post (fissatissima anche io con i denti per via di anni di apparecchi)

      Elimina
  9. non sapevo ci fossero tutti questi modi snob per lavarsi i denti.
    buono a sapersi :)

    RispondiElimina
  10. chi ti chiede delucidazioni su come si lavano i denti sa il fatto suo: ho ricevuto più consigli sull'igiene dentale in cinque minuti di lettura che in anni di dentisti. Mentre ho capito che tutto sommato li lavo bene, ora so di aver bisogno del filo interdentale!

    RispondiElimina
  11. e i trattamenti sbiancanti? Fai da te o dal dentista?Sono dannosi in ogni caso?

    RispondiElimina
  12. Ho i denti particolarmente bianchi, ma mi hai convinto lo stesso a provare il filo interdentale. L'Oral-B ti sarà molto grata!

    RispondiElimina
  13. Io mi trovo bene con il tau marin. Provalo una volta, se non l'hai provato. arriva bene fino in fondo alla bocca. e non è troppo rigido. Anche per me #LigieneOralePrimaDiTutto in vacanza mi lavo i denti nelle fontane, per dire. :) il filo interdentale non riesco a mettermelo in testa di usarlo sempre. Devo avere più forza di volontà... per il pulisci lingua, io faccio con il cucchiaio. Viene via una gran brutta roba... lo faccio al mattino a digiuno e poi faccio oil pullig... è una roba alternativa, ma potrebbe piacerti. prova. :)

    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io e la SnobMadre ci stiamo interessando all'oil-pulling, ci sono alcuni studi in merito che dimostrano che fare oil pulling ed utilizzare un collutorio alla clorexidina in caso di gengivite ha lo stesso risultato.
      Avevo iniziato e devo dire che vedevo risultati, dovrei riprovare.

      Elimina
    2. A me ha cambiato la vita. Nel mio caso fa passare anche il mal di gola (quando inizi a sentire quel fastidino grattino raschino). Lo so, sembra assurdo, ma lo fa. Poi anche un sacco di altre cose migliorano, non solo la bocca e l'alito. L'unica cosa è che va fatto seriamente, cioè almeno - sottolineo almeno - 15 minuti.

      Fai sapere.

      Marina

      Elimina
  14. Ho fatto qualche ricerca sull'oil pulling,argomento decisamente ignoto, ed ora sono curiosa di provarlo! una cosa non ho chiara, va fatto solo al mattino come detox o anche di sera?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo faccio ogni mattino a digiuno, non si deve bere NEMMENO l'acqua.
      Se vuoi fare una depurazione più profonda (o hai mal di gola, mal di testa, fastidi vari - nel mio caso funziona) lo puoi rifare durante il giorno, ma sempre a digiuno di cibo da almeno 2 ore e acqua da almeno mezz'ora. Per iniziare ti consiglierei di limitarti ad una volta al giorno. anche perché venti minuti con l'olio in bocca sono lunghi, e devi imparare a farlo bene, senza indolenzire i muscoli e facendo girare l'olio dappertutto. devi stare concentrato all'inizio. :-)

      Marina

      Elimina
    2. L'oil pulling mi interessa, ci daresti qualche informazione supplementare? Che olio usi? LO mescoli con acqua o solo olio? Quanto tempo lo fai, quante volte, come... grazie mille!
      Tom

      Elimina
    3. Riguardo all'oil pulling mi intrometto per dire pure io la mia (nonostante sia decisamente pigra e scostante, magari chi è più esperto potrà correggermi): olio genericamente si usa quello di sesamo o girasole o cocco.
      Meglio la mattina a stomaco vuoto in ordine: una passata di nettalingua, oil pulling di 10-15 minuti che deve passare bene per tutte le varie cavità della bocca ecc, sputi, risciacqui, poi fai colazione e infine ti lavi i denti.
      Cristina

      Elimina
  15. Snob! È la prima volta che commento, anche se mi piace sempre leggerti... Ma non potevo non scrivere sul nettalingua! La pulizia della lingua è una pratica di purificazione ayurvedica, utilissima per tutti, e dovrebbe esser fatta tutte le mattine insieme alla pulizia del naso (con la l'ora)... Addio raffreddore!
    Ma dove si compra il dentifricio Marvis?!

    RispondiElimina
  16. Io ho usato per molto tempo il Listerine (tutte le mattine) ma, al momento dell'ultima igiene dentale che svolgo periodicamente ogni 6 mesi, l'igienista mi ha trovato i denti macchiati (pur non fumando e non bevendo mai caffè). Quando le ho detto che usavo il Listerine tutte le mattine è rabbrividita. Mi ha detto di abolire il Listerine e fare gli sciacqui con il colluttorio al massimo una volta alla settimana, non di più.
    Come filo interdentale uso l'Ultra floss e mi trovo da dio.
    Come dentrifricio non ho preferenze, passo dal Mentadent all'Oral B, dipende dal momento. Credo proverò Elmex.

    RispondiElimina
  17. Snob, dove compro un nettalingua? Grazie <3
    A.

    RispondiElimina
  18. Ma il sito della Marvis? Incredibile quanto possa essere bello e curato il sito di un dentifricio!

    RispondiElimina
  19. http://www.shaka-beauty.com/shaka-to-go/Kit%20da%20Viaggio/spazzolino-da-viaggio-con-dentifricio#.U96tsI7OMXA

    Sarà che cercavo da tempo un kit lavadenti da viaggio, sarà che dopo aver letto questo post non vedevo l'ora di provare il marvis alla liquirizia.. quando ieri ho trovato questo astuccino da shaka sono impazzita! E non vedevo l'ora di postartelo! Grazie snob, il marvis è una droga! C.

    RispondiElimina
  20. che ne dici dello spazzolino elettrico? da quando lo uso sento i denti più puliti e non ho più quelle odiose irritazioni alle gengive dovute allo sfregamento (sicuramente non lo facevo bene)
    grazie in anticipo
    Elena

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...