Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: The electronics of your heart. See how fast they fall apart.

The electronics of your heart. See how fast they fall apart.

Lo so cosa state pensando.
Snob, ma come? Il buon proposito di un post al giorno per tutto il mese di giugno? Eh? Che fine ha fatto?
Lo so, lo so. Ad essere onesta, non ho mai creduto fosse possibile scrivere un post al giorno, ma la sfida era pensata per farmi scrivere il più possibile - cosa, che, effettivamente, sto facendo, no?
Quindi non vi lamentate troppo.

Purtroppo a rallentare i miei piani di scrittura c'è stato sia il week-end milanese che questo disgraziato week-end marchigiano organizzato alla bell'e meglio per visitare l'amico cardiologo.

Perché, come avrete letto, ho le palpitazioni.
Le aritmie.
Le extrasistoli che finché non le ho avute credevo che il plurale non variasse.
Il cardiopalma o anche cardiopalmo, qui sono buone entrambe anche se il correttore automatico mi sottolinea di rosso la prima.
La tachicardia.
Insomma, tutto l'ambaradàn qua sopra, che alla fine sono circa tra di loro sinonimi. Mercoledì il cuore ha iniziato ad andare un po' per cazzi suoi ravvicinando alcuni colpi e saltandone altri. Giovedì ancora peggio. Inutile dire che mi sia fatta un po' prendere dal panico, ecco. Cuore mio, cos'è questa storia? Cosa stiamo facendo? Va bene, abbiamo accettato i polmoni deboli, gli attacchi d'asma notturni, il che cazzo ti pare: ma che è, uno sciopero della cassa toracica? 
Venerdì ho valicato gli Appennini e Sabato mattina ho passato un'ora a farmi spalmare gel da ecografia mentre si cercava di capire quello che ho.

Ecco: non ho niente.
O meglio: sono, dice il cardiologo, un bozzolo ripieno d'adrenalina inespressa.
Quindi: sono stressata.

Stressata.
La prima reazione è stata: MA IO SONO CAZZO TRANQUILLISSIMA PROPRIO SCIALLA STRESSATA IO MA UNA SEGA.
Dallo sguardo perplesso del medico e quello non-contraddirla-dalle-sempre-ragione-io-la-tengo-tu-fuggi di mia madre ho capito che forse non è esattamente così.
"Amore, sei giusto un po' schizzata."
Giusto un po' schizzata. Come dire, insomma, una pacchia.
Quello che non capisco è come abbia fatto a non accorgermene. Nel senso, ho passato gli ultimi sei mesi a ripetermi che va tutto bene, che sono la persona più rilassata del mondo, che di fortunelle e scialle come me ce ne sono poche, che io mi godo la vita la mattina mi alzo col sole vado a correre bevo cappuccino lavoro da casa massimo relax - insomma, c'eravate pure voi, avete visto come vivo.

Quindi come cazzo faccio ad essere stressata, eh?

Il dottore ha detto che devo sfogare l'adrenalina e fare più attività fisica. Quindi correre tutti i giorni, comprarmi un cardiofrequenzimetro perché teoricamente non mi devo limitare a correre ma anche farlo in una certa maniera, perché altrimenti c'è il rischio che l'adrenalina vado ad aumentarla.

Intanto mi sono iscritta a yoga.

12 commenti:

  1. Posso permettermi di consigliarti di fare un ECG di Holter? Così... Fai questo e ti togli ogni dubbio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dici che ce n'è bisogno? Nel senso, già m'hanno fatto diverse cose a cui non so dare nome ma credo che quello che dici tu se è quello che devo andare in giro come un cyborg per due giorni no, ma pensi che il cardiologo abbia sottovalutato la cosa?
      Me sta a sali' l'ansia.

      Elimina
    2. non posso giudicare il lavoro fatto dal tuo medico nè ho intenzione di farlo. Il tuo però è il classico caso candidabile all'esame che ti ho consigliato, fondamentalmente perchè dall'Holter si riescono a definire molto bene le aritmie che potresti avere, la loro frequenza nelle 24ore ed in particolare la loro associazione con eventuali fattori scatenanti, cose che in sostanza, danno indizi più chiari per formulare una diagnosi ed inquadrare bene il tuo caso.
      Tutto qua.
      Fossi il tuo medico te lo farei fare, anzi probabilmente sarebbe stato quello il primo esame a cui ti avrei sottoposta, dopo un banalissimo ecg istantaneo, le linee guida in questi casi prevedono proprio quest'iter diagnostico.
      Comunque: sta tranquilla. Sei giovane, sana (sennò col cazzo che correvi).
      L'esame dura 24 ore. Lo metti domattina e lo tieni 24 ore ( e non due giorni). Ammetto la rottura di avere 9 elettrodi attaccati addosso più un'affarino grande quanto un cellulare dei primi tempi attaccato alla cintura, però dai, tutto sommato è un fastidio accettabile per soli 24 ore e per concludere questa storia al meglio.

      Elimina
    3. Io, l'holter, lo faccio ogni anno (è la prassi perché ho babbo cardipatico con pace-maker e defibrillatore) insieme a visita e ecg. Non è così tremendo ed è davvero efficace se si vogliono analizzare sporadici episodi.
      Molto probabilmente si tratta solo di ansia ma un esame in più non può danneggiare :)

      Ovviamente lungi da me sostituirmi ai tuoi medici. Il mio è solo un consiglio da paziente.

      Elimina
  2. Ciao Snob, avevo lo stesso problema. Causa: stress e successivo burnout e crisi di panico. Ho fatto ecg, eco e holter. L'holter lo fanno con un registratorino che puoi mettere in tasca, più piccolo di quanto pensassi ma neanche così piccolo poi -.-. Io lo tenevo appeso all'Interno della vita dei pantaloni, con maglia larga e sei a posto. Ecco. Poi ti danno un foglio dove segni le attività che fai durante le 24 ore, con orari dettagliati se possibile. Serve a capire se qualcosa ti stressa in modo particolare. Fallo se puoi...costa la metà dell'ecografia e può essere utile. Ovviamente se lo ritiene il cardiologo. Rimettiti presto Snob! ♥

    RispondiElimina
  3. Snob, già ti dissi, non hai nulla. La mente umana riesce a fare al corpo cose che magari gli uomini alle donne... vualà, la psicanalisi secondo me.

    RispondiElimina
  4. Ho iniziato a fare yoga da un anno, faccio quello che chiamano "power yoga" e mi ha fatto molto, molto bene, Snob. te lo consiglio e tanti auguri per tutto.

    Tom

    RispondiElimina
  5. Ti sei iscritta a hatha yoga o ashtanga yoga?

    RispondiElimina
  6. Capita anche a me e anch'io, come te, mi dico sempre che è impossibile sia stressata perché io mi sento tranquillissima! Poi di notte non dormo, di giorno ho le vampate di calore, mi viene la gastrite, brevi attacchi di panico..ma io sono tranquilla! Comunque, ho intenzione di iscrivermi ad un corso di yoga..magari non servirà a un cazzo o magari sì. Proviamo!

    RispondiElimina
  7. Dopo anni di sintomi come i tuoi e di conseguenza crisi di panico e .. di conseguenza 1000 tipi di terapie sto finalmente iniziando a capire cosa mi sta dicendo il mio corpo.
    E' un lavoro durissimo, ma l'analisi bioenergetica è quello che serve.

    Grilla

    RispondiElimina
  8. Ciao Snob :)
    scrivi che devi allenarti in un determinato modo altrimenti rischi di aumentare l'adrenalina.
    che metodo segui quindi, come devi allenarti? e come userai il cardiofrequenzimetro?
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  9. Ho sofferto di tachicardia dai 18 anni, poi sono arrivati gli attacchi di panico, infine ho imparato a gestire entrambe le cose; quando la frequenza del battito cardiaco aumenta, chiudi gli occhi e premi il pollice su ciascuna palpebra: il ritmo si regolarizzerà (me lo ha insegnato il cardiologo). Quanto al resto, so bene che non credi d'essere stressata, lo credevo anche io, fino a quando un'amica mi ha detto di non aver mai conosciuto una persona più schizzata di me. Non avrei mai creduto di poter dare questa impressione alla gente: se lo dicono anche a te, magari è vero (non scartare a priori l'eventualità in questione). Rimettiti presto, Snob

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...