Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Tre Oggetti #8: beauty cineserie edition

Tre Oggetti #8: beauty cineserie edition


Allora: io per eBay ho una passione senza fine.
Passerei la mia vita a cazzaggiare su ebay e a comprarci roba da 2$ spedizione inclusa.
In particolare sono affascinata dai rimedi di bellezza asiatici - dopotutto, sono il tipo di persona che si sta disperando perché il suo rivenditore di cacca d'usignolo giapponese ha chiuso, insomma, capite. 
Comunque, avrei dovuto fare un post introduttivo dove parlo del mio rapporto con il mondo dei trucchi e dei cosmetici, ma essendo un discorso complesso che non ho voglia di affrontare or ora mi limiterò a presentarvi queste cosine qua. 


#1 Pilaten Black Mask


Nonostante io sia la tipologia di persona che a malapena si pettina e a malapena si trucca, ho sempre avuto la fissa dei cerottini per i punti neri. Almeno una volta a settimana, rigorosamente dopo la doccia, mi appiccicavo uno di quei cosi della Nivea sul naso. Però, nonostante la soddisfazione che dà strapparsi quel coso dalla pelle, ho sempre avuto l'impressione che non aderisse bene e che, insomma, il metodo potesse essere ottimizzato. Infatti: la Pilaten Black Mask è il metodo definitivo. In poche parole è colla vinilica. Con della glicerina. Nera. Insomma, latex liquido in bustine. Te lo spalmi generosamente sulla faccia dopo la doccia, aspetti una ventina se non una trentina di minuti che si asciughi - non cedete alla tentazione di toccarla prima - e a quel punto ve la levate dalla faccia con un unico e felice movimento - esattamente come la vinavil dal palmo delle mani quando facevate le materne. Evitate il contorno occhi che lì fa malino, e se siete un po' schifiltose non guardate tutto lo schifo che la maschera ha portato via dalla vostra faccia. Comunque garantisce pelle da bebè.

#2 Compressed Facial Mask


Quando ero a Parigi - minuto di silenzio luttuoso pensando a quanto ero felice a Parigi - compravo queste robine da Muji. Sono delle pasticchette bianche che, se messe a contatto con un liquido qualsiasi, si gonfiano e manifestano la loro natura di maschere facciali di carta. In poche parole servono per veicolare i principi attivi di tonici o acque termali o robe del genere. Imbevi la pasticca, la pasticca si trasforma in maschera, ti metti la maschera sulla faccia e ci passi una ventina di minuti. Io le utilizzo con l'Acqua Termale Avène. Mentre quelle di Muji erano dieci e costavano uno sproposito, quelle cinesi costano 2$ per cento pasticche, insomma un affarone. Poi sono anche imbustate una ad una e te le puoi portare dietro in vacanza - la cultura della monodose degli asiatici, dovremmo importarla.

#3 Konjac Sponge


Ok: probabilmente ero l'unica a non conoscere queste spugne. Non sono esattamente delle spugne, credo abbiano qualche ambigua derivazione vegetale - insomma, vengono da un tubero coreano o simili - e vengono utilizzate per lavare il viso. Vanno inzuppate ben bene nell'acqua e poi passate sul viso relativamente pulito - insomma, se state cercando una spugna per struccarvi la Konjac non è la spugna adatta, assolutamente. Dovreste usarla dopo lo struccante, per rimuovere gli ultimi residui, oppure la mattina per lavarvi il viso. Cosa la rende differente da una qualsiasi spugnetta? Eh. Il materiale è strano. Viscidoso. Anche la sensazione sulla pelle non è esattamente comune. Comunque io la sto utilizzando da un paio di settimane e effettivamente vedo qualche effetto benefico sulla pelle del viso. Ora, se volete fare come me e comprarla per i classici 2$ su ebay bene, sennò la potete prendere da Kiko ed evitare di aspettare il pacco per un mese.  

21 commenti:

  1. Le spugne Konjac mi hanno salvato la faccia quando ho scoperto che la mia pelle non sopporta alcun tipo di scrub. Loro sono delicate, efficaci.. le amo <3

    Io le compro in molti e-storeitaliani che vendono prodotti ecobio, come Il giardino di Arianna, Ecobiolovers ecc. Ho scoperto che anche il sito Feel Unique (che con 15€ di spesa hai i costi di spedizione gratis) le vende.

    RispondiElimina
  2. La pilaten mask ce l'ho nel carrello dei desideri di Amazon da un sacco. Appena mi decido a ordinare un po' di roba che mi serva la inserisco!

    Ma le pasticchette che diventano maschera? Magia!

    RispondiElimina

  3. Snobby la maschera pilaten la compri in tubetto o in bustine?ho visto che ci sono anche dei tonici, li conosci?hai un venditore abituale che potremmo usare anche noi?scusa se non commento sotto il post ma mi pare che qui tu risponda prima <3<3
    P.S. non potrei sopportare un disconoscimento da parte tua ;-P
    #troppoamoreperlasnob

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le compro in bustine!
      Guarda, il venditore da cui le avevo prese non le ha più, basta che cerchi pilaten e ne trovi a bizzeffe, davvero!
      (Per il tonico non so che dirti, mai provato.)

      Elimina
  4. Ci possiamo fidare di questi prodotti? Insomma, 2$ sono proprio pochi, sei sicura che questi prodotti contengano sostanze non nocive per la pelle? Non ho pregiudizi, è che è sempre difficile capire se un prodotto è buono o no. Infatti la tanto pubblicizzata Nivea contiene schifezze innominabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I secondi due non sono prodotti cosmetici e non hanno ingredienti.
      La maschera Pilaten ha questo inci: pure water, polyvinyl alcohol, glycerin, flavors - e ha un'azione più meccanica che altro - dubito quella specie di plastica venga in qualche maniera assorbita dalla pelle.
      Poi se fai un discorso d'ecobio ecc. è un'altra cosa.

      Elimina
  5. Il quantitativo di cose scoperte tramite il tuo blog è assurdo. Grazie <3

    RispondiElimina
  6. La Pilaten ce l'ho nel "carrello dei desideri" di Amazon da tempo, in attesa di fare un ordine un po' consistente (pagare le spese di spedizione mi dà fastidio!). Ora, però, che ho la tua testimonianza mi sa che ci metterò poco ad acquistare <3

    RispondiElimina
  7. Voglio quella cosa. Pilaten Black Mask. Voglio.Voglio.Voglio. Lodata te e questo blog, amen!

    RispondiElimina
  8. Fino a ieri il Konjac l'avevo solo mangiato sotto forma di shirataki!

    RispondiElimina
  9. mi manca un passaggio: la mascherina compressa funge da sé, o la si imbeve di altro? cioè, l'acqua termale è un di più, o cosa?

    RispondiElimina
  10. p.s. commento di mio marito: ma che snob è, se compra cinese?

    RispondiElimina
  11. Ma funziona davvero la Pilaten? O è una di quelle cose che facciamo per coccolarci anche se non funzionano? Voglio la pelle da bebè!

    RispondiElimina
  12. Snob sappi che ho appena preso su ebay 10 pack di Pilaten da Hong Kong tipo.... sperem!! :)

    RispondiElimina
  13. Da quale rivenditore hai acquistato? Quanto ci hanno messo ad arrivare?

    RispondiElimina
  14. ...sai che non ho MAI comprato da ebay?
    e si che di shopping ne faccio parecchio!

    RispondiElimina
  15. ho ordinato la pilaten. a settembre le faremo sapere.

    RispondiElimina
  16. Io sono rimasta scioccata quando ho letto di una sorta di maschera giappa o cinesa per i piedi che dovrebbe portar via la pelle morta. Pare che dopo venti giorni ti faccia cadere la pelle morta del piedozzo. Peccato che vada via pure quella viva. Brrrr. Anyway adesso sono curiosa come una scimmia e voglio provare il latex liquido sulla mia brutta faccia.

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...