Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Tutta sentimenti negativi

Tutta sentimenti negativi

Ve l'ho già detto che non è un buon periodo?
E non so neanche perché.
Mi si appiccicano le parole alla tastiera, mi sento stupida e inutile.
Lavoricchio nonostante sia Agosto, leggo: passo il mio tempo a letto. Ogni tanto andiamo al mare in Abruzzo: siamo mia madre mia sorella ed io. Ho abbandonato la corsa, ho abbandonato la pratica yoga, non ho voglia di fare nulla. 
Voglio che finisca Agosto.
Non voglio che inizi Settembre.
Tutte cazzate così.

Forse, è solo la mancanza d'endorfine, ed il dormire male perché si dorme sempre, e non avere nulla con cui inquadrare l'autunno - vorrei tornare all'università - quanto sarebbe stato meglio metterci un paio d'anni in più a finire l'università. 

Comunque, sono molto stupida e nonostante gli anni ancora non sono capace di non grattarmi dove prude e di non staccarmi le croste, e rendere le ferite più profonde, e farmi venire le cicatrici - tutto da me, nessuno ne ha colpa.

"Sai come la chiamavano?"
"Come?"
"Spiaggia libera."

Tutta sentimenti negativi, ve l'ho detto.

Comunque: la ex del mio ex è gravida, la ex del mio ex si chiamava come la madre del mio ex, io mi chiamo come l'attuale ragazza del mio ex o meglio, l'attuale ragazza del mio ex si chiama come me. La ex del mio ex è un cesso, brutta come soltanto certe ragazze con la carnagione chiara e i capelli rosicci e le efelidi sanno essere: quasi tarata, quasi deforme. Speriamo che il nuovo ragazzo della ex del mio ex - speriamo che il padre del suo figlio / della sua figlia - tra parentesi: dovrei controllare su instagram, magari ha già partorito - abbia un corredo genetico più felice, riesca un pochino a rimettere a posto le cose. Comunque, la ex del mio ex ha tradito il mio ex con il suo migliore amico - ah no, aspetta: o forse era l'amico che era stato tradito col mio ex? Non lo so, insomma, se la sono scambiati per un po' - capita, m'hanno detto. Instagrammare la pancia, le pocce grosse già sfatte - ah, la genetica - dentro il reggiseno bianco di lycra - mi sa che è una di quelle cose da gravide che si comprano in farmacia. Comunque, mi chiedo, chissà se la madre del mio ex ama l'attuale ragazza del mio ex quanto amava me - ah, controlliamo: anche lui ha instagram, aggiornato a 56s - quella, la bicicletta che hai rimesso a posto per me - io odio andare in bici - mia sorella le ha cambiato le ruote giusto una settimana fa. Non so per quale motivo, davvero, tutti ne parlano sempre - giuro, non faccio nulla perché succeda, iniziano sempre gli altri - nemici assommati a nemici, persone che di quello che sono non hanno più nulla, sono solo tutto quello che detesto - anzi, io a malapena intervengo: faccio giusto la spalla, faccio giusto qualche domanda per permettere che il loro discorso si espanda, si faccia arioso - giusto per permettere che tutta quella stima che provano, mista a desiderio, nascosta da un disprezzo fasullo e piccino - ecco, come ho visto fare con certi profumi o con certi vini, lo faccio giusto per poterne apprezzare il tutto - farlo parlare, graziosamente, e godere - fingere di non sapere - tutte quelle cose là. È una vita che fingo di non sapere un cazzo, a forza di fingere quasi mi sono convinta sia vero, a forza di fingere quasi mi sono scordata quello che sapevo - tutto il tempo passato a raccogliere informazioni, sarebbe sprecato - ma no, invece ricordo tutto e ancora ne tengo i fili in mano - ancora peggio: ne cerco di nuove. Comunque, sono onesta e non deviata - so che non mi crederete - da tutti i miei sentimenti negativi - da tutti i miei sentimenti negativi - quando leggo e penso che non sia poi un granché - che non sia poi un granché - che non sia poi un granché. Mi chiedo anche troppo spesso se l'attuale ragazza del mio ex un po' mi odi - io la odiavo l'ex del mio ex - ma dovresti ringraziarmi, se scopa come scopa è grazie a me - ma chissà come scopa adesso - chissà come scopa questa ragazza che si chiama come me - chissà perché l'hanno chiamata così. 
Comunque, non sono tristi queste dediche che ormai non valgono più niente?
A differenza mia non potete cancellare niente.


21 commenti:

  1. Questa è la primissima Snob, quella che mi piace di più.

    RispondiElimina
  2. Ti adoro. Avevo bisogno di questo. Mi sento mediocremente ossessionata da cose inutili e meschine, e paranoica per il nulla. Mi sento al centro di attenzioni negative di persone che forse non sanno nemmeno che io esista. Per di più di recente ho una mania di controllo che non mi fa più vivere serenamente niente. Faccio incubi ridicoli, che non potrei spiegare a nessuno ad alta voce, in cui la fidanzata del mio ex trova un mio blog anonimo, in cui non faccio mai il mio nome, e mi riconosce da una foto postata tempo prima, in cui si vede parte del mio viso. E apre una pagina su facebook in cui si fa beffe di me, di cosa ho scritto, decontestualizzando battute per rendermi ridicola. La pazzia 2.0, cara Snob e amici della Snob.

    Necessità di un gruppo di supporto per blogger paranoici.

    RispondiElimina
  3. Sono un po' stupito di questi primi commenti... E' comprensibile il sentimento di vicinanza che ti fa dire "Snob una di noi", anche tu cedi ogni tanto ai loop negativi conditi di paranoie e pizzichi di stalking, ma mi sarei aspettato qualche "fatti forza" o "reagisci", non un bene-brava-bis :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non capisci non so come aiutarti. Forse questo blog non è adatto a te.

      Elimina
    2. Sì sì, indubbiamente sono io che semplicemente dovrei lasciarmi intrattenere dalle peripezie della protagonista piuttosto che dispiacermi per il suo sentirsi "stupida e inutile". Ma che mi dice il cervello a volte...

      Elimina
    3. Caro, credo che semplicemente non siamo qui a dire qualche irritante e banale "fatti forza passerà starai meglio i problemi sono altri vedi che domani ti svegli e c'hai il sorriso", molti che passano di qui lo fanno perché l'autrice del blog riesce spesso a parlare senza filtri di paure e paranoie che a sentirtele dire da lei ti sembra quasi di esorcizzarle o di aiutarti a dargli una forma, quindi analizzarle.
      Che poi ovviamente da come metti tu il commenti sembra che siamo di fronte al blog di una depressa cronica e negativa, ma il contesto del blog e del personaggio è molto più ampio, più ricco.
      Magari a un blogger fa più piacere qualche riga di uno sconosciuto che capita qui e si sente coinvolto, perché significa riuscire ad emozionare ed empatizzare.

      Elimina
    4. Probabilmente hai ragione, ho reagito un po' di istinto forse perché ho anche visto (sempre attraverso blog e media) di cosa è capace Viola quando è in fase positiva e creativa, dunque ho pensato "hey, datti una scossa su! sei una ragazza in gamba". Tuttavia, come dici tu, il mio non è stato il modo migliore per empatizzare con lei e darle una mano, cercherò di farne tesoro :)

      Elimina
  4. Mi fa male e mi fa sentire sollevata leggere queste tue parole che rispecchiano cosi' bene anche il mio umore, i miei sentimenti, e vorrei dirti che, in qualche modo, ti sono vicina e vorrei poterti abbracciare ed ascoltare come tu hai ascoltato (letto) me, la storia che avevo da raccontarti e che ti ho affidato un giorno.
    Mavie

    RispondiElimina
  5. La corsa abbandonata no snob :(

    RispondiElimina
  6. Bisogna fare come il vino, a volte. Decantare. Rimanere lì, immobili e aspettare. Nella continua ricerca di un senso e di una meta ci perdiamo, ci ingarbugliamo e mescoliamo e quel che esce è un vino troppo tannico, come quello che risulta dalla confusa associazione di vitigni a caso. Aspetta, tu, Snob. Guarda qualche treno passare, perdine appositamente qualcuno e poi, alla fine, decidi dove salire. I compagni di viaggio fanno la differenza.

    RispondiElimina
  7. Snob, odia chi ti pare. Ma vai a correre cristo.

    RispondiElimina
  8. Snob, ci pensavo adesso: tu guidi?

    RispondiElimina
  9. Forse la soluzione sta proprio dietro quel passaggio "non avere nulla con cui inquadrare l'autunno", ci vuole un progetto post-estivo che dia senso al riprendere le energie durante le vacanze. Hai creatività, idee e buon gusto che aspettano solo di essere messi a frutto. Ricordo che nel periodo in cui hai lavorato presso quell'agenzia web (se non ricordo male) eri particolarmente frizzante e propositiva (pure quando prepari le snob-tee), quindi sono certo che un lavoro o un tuo nuovo progetto personale potrebbero darti stimoli positivi.

    PS: Mi scuso per la battutaccia sul Mekong di ieri, sono stato poco sensibile nel non considerare che per te è stato più un trauma che una "rinascita".

    RispondiElimina
  10. Grazie per essere tornata Snob.

    [In più, io direi che abbiamo capito chi è il troll di ask.fm]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensavo al battutiere del Mekong però, rileggendo ora alcune domande, forse mi sbaglio.

      Elimina
    2. Io mi firmo sempre e non amo trollare ;)

      Elimina
  11. Esattamente come mi sento io nei confronti di Agosto. Forse è questo mese che mette tutti di questo umore. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ah ma allora non sono l'unica a sentirsi così! E pensare che io i progetti per settembre li ho. Boh, forse ha ragione l'anonimo sopra di me, è tutta colpa di agosto.

    RispondiElimina
  13. Agosto, snobbe mia non ti conosco
    anzi, in realtà sì, questa è la prima snobbitudine e l'hanno già detto. Mi sono un po' persa negli ex delle ex degli ex ma il senso è chiaro. Continua a meriggiare, poi finisce tutto. Anche settembre (sì, di già)

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...