Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Henné rosso AKA Lawsonia Inermis FAQ

Henné rosso AKA Lawsonia Inermis FAQ

Allora: sono in un periodo così sconclusionato che sto evitando accuratamente di scrivere, altrimenti mi metterei ad elencare tutti i miei drammi - e, vi giuro, in questi giorni sono TANTI. Niente seghe mentali, davvero, tutta roba piuttosto fisica, diciamo nell'ordine soffitto-che-doveva-cadermi-in-testa-e-per-cui-dovrò-spendere-10k e malattie-brutte-lontane-all'orizzonte-ma-comunque-in-vista-e-gente-che-ti-apre-le-gambe-e-ti-prende-pezzi-da-dentro-per-analizzarli. Visto che non voglio iniziare a cantare see, the luck I've had can make a good man turn bad ho pensato di dedicarmi ad un post poco impegnativo a livello emotivo e psicologico ma utile a livello estetico: le Frequent Asked Question sull'Henné Rosso AKA Lawsonia Inermis!


Per motivi tristemente SEO - ovvero: il titolo della Guida Snob Definitiva all'Henné non era abbastanza imbecille per essere ignorato da Google - ogni giorno tante persone accorrono su questo blog alla ricerca di consigli su come fare l'Henné. Le keyword e i commenti al post non lasciano dubbi. Visto che evidentemente il post non è stato abbastanza esaustivo è il caso di rispondere a qualche domanda.
Data l'attuale assenza di capelli rosso fuoco e presenza di capelli verde foresta ho deciso che vari quadri di Dante Gabriel Rossetti allieteranno visivamente questo post, in mancanza di miei selfie della giusta tonalità.

Ho i capelli biondi / castano chiaro / castano scuro / neri: di che colore diventerò con l'henné rosso?

L'henné lascia una specie di strato di colore rosso sui capelli: questo è quello che rende i capelli più folti e corposi. Questo strato di colore non va a coprire completamente il colore del vostro capello ma, diciamo, agisce come un filtro rosso: più chiari sono i capelli, più questi verranno rossi, più scuri sono i capelli più l'henné lascerà un semplice riflesso. Il lawsonia inermis dà un color rosso rame, quindi se siete chiare di capelli aspettatevi qualcosa di più aranciato che rosso fuoco. Se siete dubitabonde fate una prova su una ciocca nascosta, date retta. Uno dei difetti dell'henné è che non va via così semplicemente.

Sono mora e voglio diventare Rosso Sirenetta! È possibile con l'henné?

No. Come detto sopra, l'henné si sovrappone al tuo colore naturale, quindi se sei castana scura/mora al massimo avrai dei riflessi o un mogano scuro. Per diventare Rosso Sirenetta dovresti decolorare i capelli, ma a quel punto forse vale la pena andare dal parrucchiere.

L'henné va applicato sui capelli asciutti o bagnati?

Io l'ho sempre applicato sui capelli asciutti, e secondo me è la scelta migliore. Un paio di volte l'ho fatto sui capelli bagnati e ha colato mooolto di più. Capelli asciutti. Assolutamente.



L'henné va applicato sui capelli sporchi o puliti?

L'henné, oltre ad avere capacità coloranti, ha anche delle proprietà lavanti/sgrassanti, il che significa che se mettete l'henné sui capelli sporchi, lo tenete minimo due-tre ore e poi andate a sciacquarlo vi troverete il capello bello pulito. Al massimo applicate un po' di balsamo, le punte potrebbero essere secche.

Cos'è il picramato?

Il picramato è un colorante sintetico che viene aggiunto all'henné per farlo diventare più rosso e farlo tingere in meno tempo. Il colore, inoltre, diventa più freddo e acceso, meno aranciato, rispetto all'utilizzo del solo Lawsonia Inermis. Se siete delle hippy-vegane e volete passare all'henné perché così non inquinate e volete usare solo prodotti naturali il picramato non fa per voi. Se la vostra preoccupazione è soltanto la salute e la fighezza dei vostri capelli sappiate che il picramato non danneggia in nessun modo i capelli, ed è preferibile alle classiche tinte. Per quello che riguarda la salute in generale, ancora non s'è capito se è tossico o no e a quale livello. Quindi, se il rosso dell'henné naturale non vi soddisfa non c'è nulla di male nel fare un tentativo col picramato, ma magari non utilizzatelo sempre sempre se fate l'henné spesso. ATTENZIONE: il picramato non è sicuro in gravidanza. Il picramato può dare allergie. Il picramato può interagire con altre tinte chimiche precedentemente fatte.

Ma l'henné castano? E l'henné biondo? E l'henné neutro?

I primi due sono altri mix di erbe che dannò sfumature di diverso tipo. I mix variano da marca a marca, quindi non vi so dare regole generali. Henné castano solitamente contiene mallo di noce, che scurisce. L'henné biondo serve per ravvivare i riflessi dei capelli chiari, e non riuscirà a far diventare una mora bionda, assolutamente no. Per quello ci vuole la decolorazione.
L'henné neutro è un'erba che non colora e aiuta la salute del capello. Post in merito programmato.

Ma è vero che a lungo andare l'henné scurisce il colore dei capelli?

Sì. Il colore si stratifica e diventa sempre più scuro. Dopo diversi mesi in cui fate l'henné potreste scegliere di ritoccare soltanto le radici e allungare i tempi tra un henné completo e l'altro. È vero anche che questa stratificazione riguarda anche l'aumento di volume e di massa dei capelli, quindi se non ve ne frega nulla di avere un colore un po' più scuro, continuate a darci dentro.

Consideriamo questo post aperto a nuove domande a cui io mi sforzerò di rispondere nonostante la mia nota pigrizia.

5 commenti:

  1. Non ti seguo da tanto, ma mi sembra di aver capito che sei mora ( in originale). Io ho i capelli castano scuro, se faccio l'henné solo una volta poi si vedrà tanto la ricrescita? I fantastici parrucchieri di roma non hanno un'altra sede a milano, dove posso andare a fare l'henné?:)

    RispondiElimina
  2. Hennè biondo... Uh?
    Cos'è?

    *_*



    Ele/BeingAnOwl

    RispondiElimina
  3. Ciao Snob,
    sono una tua lettrice silenziosa e solitamente non interagente. L'incipit di questo post mi ha spinto a scriverti due righe di solidarietà, perché mi trovo anche io in un periodo piuttosto sconclusionato.
    Stay strong. "All adventurous women do."
    G.

    RispondiElimina
  4. Io ho fatto l'henné per diverso tempo, avendo i capelli di un colore indefinito (castano chiaro, caramello, castano medio, biondo miele, non lo sanno nemmeno i parrucchieri, mi dicono solo di non tingerli) il risultato fu divino. L'henné rende molto soprattutto avendo già capelli con diversi riflessi naturali, l'unica seccatura è che perde colore, sempre, quando li lavi e che devi startene lì con la fanghiglia puzzolente in testa per due ore. Confermo asciutti, salutari e pure meno grassi, soprattutto appena fatto. Ocio a non pitturarsi la fronte.
    Per il resto Snob, forza e coraggio :) e ricorda, il dentista è sempre PEGGIO ;)

    RispondiElimina
  5. Uhm hennè neutro, potrebbe essere la soluzione per chi vorrebbe provare l'hennè ma ha paura di combinare disastri? Mi intrigano comunque più le proprietà nutritive che quelle coloranti al momento.
    Per il resto Snob conosco bene quel fantastico momento in cui problemi tangibili (fisicamente o meno) incontrano seghe mentali e si alleano contro te. Coraggio.

    Vale@immaginata

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...