Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: L.I.F.E.G.O.E.S.O.N.

L.I.F.E.G.O.E.S.O.N.



Ho pianto soltanto quando sono entrata a casa - e poi da lì ho continuato, per due giorni di seguito, incapace di smettere. Ho provato e provo tanto tanto schifo, ma inutile anche parlarne.
Comunque la vita va avanti.

15 commenti:

  1. Wait: per la storia di Siena o per altri fatti?
    A.

    RispondiElimina
  2. Basta seghe mentali Snob!!! Capisco che tu sia un po depressa di tuo però se continui così ti rovini e non ti godi le cose belle della vita... lo so diRai chi sei tu per dirmi queste cose? Ti dico solo che nella vita ne ho passate di ogni: violenza, fame, abbandono e non avere una famiglia affianco che mi aiutasse... Per superare tutto ciò ho iniziato a focalizzarmi solo nelle cose belle e a fare progetti per il futuro pensando sempre e solo ij positivo. Sei giovane, intelligente, hai studiato, hai una famiglia e non hai pensieri economici. Inizia a goderti la vita. Sii felice. Te lo auguro con tutto il cuore.

    RispondiElimina
  3. La vita va avanti comunque.
    A prescindere che l'evento che ti ha colpito sia più o meno grave.
    Devi solo capire quanto quest'ultimo sia in grado di condizionare la tua serenità.
    Un sorriso :-) con la speranza che possa farti stare un pizzico meglio.

    RispondiElimina
  4. la Spora l'altro giorno scriveva che i fallimenti sono importanti perchè vedi che non muori, e da lì in poi è tutto un volo. Ce lo auguro,
    Matilde

    RispondiElimina
  5. What doesn't kill you makes you more strong <3

    RispondiElimina
  6. Questa è la prima volta che commento e non so se commenterò ancora perché di solito mi basta seguirli soltanto i tuoi post. Non so quali siano le circostanze ma mi viene da dirti che tutto ciò che hai fatto, provato, sperato e dato non verrà cancellato da nessuna indifferenza e da nessun rifiuto o da qualsiasi altra cosa abbia incontrato.
    Quello che è stato non si cancella (nel bene e nel male) e tu non devi sentirti sconfitta se le cose non sono andate in un certo modo. Quello che conta è essere stati fedeli a se stessi.
    Probabilmente sto parlando più a me stessa che a te, ma spero che questi pensieri possano far sentire meglio anche te.

    B.

    RispondiElimina
  7. ma coso è successo alla fine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È fallito un progetto di due anni a causa della solita Italietta ammanicata, la Terra dei Cachi.

      Elimina
  8. Ahaha piangere solo perchè la tua cara Siena non ha vinto? Snob oltre che brutta sei pure idiota? Mi auguro per te che non sia questo il motivo, sarebbe molto... stupido.

    RispondiElimina
  9. No, anche perché forse ho un tumore e vari altri problemi, ma tu tranquilla, vai per la tua strada.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici vero??

      Elimina
    2. Solleva il capo dal guanciale di verbena,
      o danzatrice che scolpisce i suoi passi
      negli orti accesi di lucciole
      al suono de l’arpa che la notte tocca
      con mani adorne di stelle.

      Elimina
  10. Ciao Snob, ti seguo da tempo e solo oggi commento. Anzitutto, ti auguro di cuore che quel "forse ho un tumore" si trasformi in un " col cazzo che ho un tumore". Poi, mi permetto di aggiungere che, da depressa, tu sei depressa. E la depressione é una malattia e non uno stato d'animo. Se si é depressi, nulla consola. Intelligenza, bellezza, salute, denaro, successo . Niente. Manca la capacità di apprezzare. E ci si sente in colpa per questo. É una malattia inspiegabile. Le si può dare un nome solo quando la si ha. Non sono in grado di aiutarti, però. Solo di capirti. Mi spiace assai. Forse, un buon medico e una buona terapia. Forse. Ma provaci. Ho visto volare via anni. Non voglio accada a te. Buona fortuna, stellina.
    La zia Ari.

    RispondiElimina

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...