Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: If you have a body, you are an athlete.

If you have a body, you are an athlete.

Insomma: qualche giorno fa mi arriva questa mail molto ragionevole con scritte varie cose altrettanto ragionevoli - si vedeva che la persona che l'aveva scritta sapeva di cosa parlava, conosceva me e il blog, sapeva che tipo di persona ero.
Arrivo alla fine della mail e, nella firma, leggo questa parola qui.
Nike.
(Breve parentesi per poter riassaporare tutti assieme lo spot Nike di Women di What Women Want.)
NIKE.
Ammetterete con me, insomma, roba grossa.
Stavo qui a mandarmi le mail con la NIKE sul mio numero di scarpe e sulla mia taglia di reggiseno sportivo quando, insomma, mi sono sentita un po' in colpa, m'è venuto un po' da confessarmi.

Nike Studio Wrap Pack 3 - Nike Pro Classic Bra


Senti Nike, ho scritto, io, sia chiaro, ti adoro eh. Però magari hai sbagliato persona. Non sono una sportiva. Certo, corro - o sarebbe meglio dire, correvo - poi sai, inizi una consulenza in ufficio la mattina, ti prende la febbre, dovresti svegliarti un'ora più presto, ti dici che ricomincerai la settimana dopo e ad un certo punto non sai più dove hai messo le le scarpe da running, o dove cazzo sia la fascia per l'iPhone. Succede. Poi ecco, anche quando correvo, insomma: non ero una professionista, tutt'altro. Ero una dilettante, mi facevo, quanto? Sei/sette chilometri un giorno sì e un giorno no, giusto per caricarmi, giusto per sfogarmi. Tu pensa, anche se ho l'app figa Nike+ non ho mai fatto veramente caso a come e quanto correvo, a quanti minuti ci mettevo a fare quanti chilometri. Correvo e basta. 
La corsa è sempre stata un'attività mia, privata. Non ho mai fatto gare, difficilmente sono andata a correre con altri - e raramente l'ho trovato piacevole - non mi sono mai fatta allenare da qualcuno: correre per me è sempre stata una sorta di meditazione.

Certo, anche adesso faccio attività fisica, diciamo, faccio yoga. Lì parlare di essere bravi, di livello, cercare di dare un voto o un giudizio oggettivo a quello che stai facendo, è impossibile: lo yoga non è uno sport, non c'è competizione, non ci sono numerini da guardare o persone da sfidare. Contando poi che faccio lezione da sola con la mia insegnante, i termini di paragone sono veramente zero. Lo yoga è una disciplina: ci sei tu che cerchi di allineare il corpo e la mente, che cerchi di metterli assieme e trovare pace. È una cosa che poi si vede anche da fuori, certo, ma non è come farsi, che ne so, una 5k. Non che io ne abbia mai fatta una: quando correvo correvo per me.

Quindi, ecco Nike, davvero, ti adoro: ma, lo dico onestamente, eh, forse non sono la persona che cerchi per parlare di te.
Insomma, io non sono un'atleta.

La Nike s'è sopportata la mia confessione e poi m'ha detto una cosa:
Se hai un corpo, sei un atleta.

Mi è sembrato molto ragionevole.
Qualcosa mi dice che si deve ricominciare a correre.

Nessun commento:

Posta un commento

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...