Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Blue Brains

Blue Brains

“Vedi, alla lunga si disabitua.”
Disabitua.
“Esattamente come qualsiasi altra parte del corpo, no, che se per qualche motivo non viene utilizzata poi si disabitua, e si atrofizza, e certo che puoi fare la fisioterapia senza prendere alcun antidolorifico, senza nessun aiuto farmacologico, ma sarebbe veramente da scemi, no, soffrire inutilmente?
Detta così ha il suo senso.
Mi sembra di aver varcato una soglia e adesso che sono di qua non so esattamente se è qui che voglio stare, ma ho scelto di fare un percorso quindi, insomma, dal treno non si può scendere. È un percorso che potrebbe durare mesi, o anni.
Trovo una foto di due scan, rappresentano due situazioni: la mia, l'altrui. L'attività è limitata, lo scan è tutto di toni verdi e blu. Si disabitua.

Abbiamo iniziato così e sono passate tre settimane e non ho scritto più nulla, perché sai: forse queste sono le cose di cui si parla di meno, queste sono le cose di cui la gente si vergogna, queste sono le cose per cui la gente giudica - molto più di tutto il resto.
Non è affatto figo come può sembrare: ho paura di ingrassare, di perdere i capelli, di non essere più io.
Ho paura che il percorso non finisca e che il treno non si fermi e che non sarò più capace di provare qualcosa di più di una lieve serenità, un lieve fastidio - grassa senza capelli senza turbamenti, una specie di monaco buddista.
Ho molta paura di non essere più capace di scrivere, che le medicine mi rendano incapace di scrivere, e non sapete con quale fatica batto queste parole alla tastiera.



Queste sono le paure.
A dire il vero per adesso - a parte quelle cose dei primi giorni, la nausea, la diarrea, le vertigini - sembra andare bene, andare meglio: mi sembra d'aver passato, non lo so, una vita intera al freddo e che tutto d'un tratto qualcuno abbia chiuso le finestre, o acceso un fuoco: so che il calore è lontano, so che passeranno mesi prima che la stanza si scaldi o il fuoco prenda.
Però so anche che, insomma, questo è possibile.
Che c'è altro.





Nessun commento:

Posta un commento

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...