Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Piccolo Spazio Pubblicità

Piccolo Spazio Pubblicità

E pensare che a me Vasco sta pure sul culo.
Dunque, piccolo post-di-servizio per spiegare a tutti voi le nuove modalità pubblicitarie del Diario.
Ma come, Snob! Tu sei sempre stata contro la pubblicità! Tu sei una dura e pura della rete! Cosa ti è successo?
Be', l'avrete notato anche voi, credo: il blog sta cambiando, o è cambiato: insomma, non è più quello d'un tempo. I post depressi ne erano una delle colonne portanti, scomparsi quelli rimane la me cazzona che vi parla di oggetti, cosmetici, film, libri ma senza la parte più personale, più letteraria, se mi lasciate correre il termine.
Ne siete felici? Ne siete tristi? Non lo so: so solo che non si poteva fare altrimenti.

Esemplifichiamo con una simpatica lista cuoricinata:

Amazon: come avrete notato nella barra laterale c'è un banner venerante il Kindle, ebook reader di marchio Amazon. Questo significa che se cliccate lì e comprate un Kindle io prendo una percentuale - non ricordo esattamente quanto - sul vostro acquisto. Questo vale anche per i link ai libri di cui vi parlo, o altri oggetti random che posso aver comprato su Amazon o che si trovano in vendita su Amazon.

LELO: il seguente banner venerante riguarda la LELO: come al solito, se cliccate su banner o link e comprate io prenderò una percentuale. Inoltre, visto che ricevo sempre dalle simpatiche PR LELO mail con codici sconto, probabilmente ci saranno dei post sui social per condividere questi sconti con voi.

Nike: il terzo banner venerante è tutto per mamma Nike: anche qui, se cliccate su banner o link e comprate prendo una percentuale.

eBay: non c'è alcun banner per l'amico eBay, ma vi capiterà di trovare dei link nei miei post che vi rimandino a prodotti ebay che ho comprato e di cui vi sto parlando: anche qui, se comprate, percentuale.

Le ultime tre affiliazioni mi sono state proposte direttamente dai vari brand/portali quasi contemporaneamente in questi ultimi tempi, dopo un po' di resistenza ho ceduto - perché no? Alla fine preferisco molto questo metodo che quello mi faccio pagare da un'azienda con cui collaborerò soltanto una volta per un post, che è quello che va per la maggiore tra i sfascion blogger. Così c'è un patto piuttosto pulito e lineare: io posso continuare a parlare di quello che voglio, i brand sono brand a voi noti e che io notoriamente adoro, e tutti sono contenti.

Naturalmente se nei commenti si scatena l'inferno e mi date della venduta ci sono buone probabilità io lasci perdere, fatemi sapere.

Nessun commento:

Posta un commento

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...