Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: SNOB LOVES SLOVENIA / PT.1

SNOB LOVES SLOVENIA / PT.1

Come vi avevo già narrato e come avrete intuito dalla corposa documentazione fotografica che ho offerto negli ultimi giorni, gli organizzatori del viaggio in Slovenia non erano dei simpatici troll che mi hanno fatto svegliare alle 5 di mattina per nulla ma alla fine mi hanno effettivamente portato in Slovenia.
Slovenia: io ho una grande pecca europea a livello di viaggi. Ho girato parecchio a livello extracontinentale, ma non sono mai stata, bof, a Vienna. E alla Slovenia non sapevo neanche dare una personalità precisa: è Est Europa? è Mittel Europa? è quasi Italia? Che roba è, la Slovenia?

Indietro veloce: Blog Tour: io neanche sapevo dell'esistenza dei Blog Tour. Nel senso, sì, intuivo qualcosa del genere: ma esserci dentro è tutta un'altra cosa. Diciamo che se non fossi immancabilmente e irrecuperabilmente pigra e ansiosa potrei anche pensare di riciclarmi Travel Blogger per girare il mondo.

Comunque, l'allegra brigata era composta da me, unica - fashion? lifestyle? sticazzi? - blogger di tutto il gruppo, Linda, inviata speciale di Via Che Si Va, Greta di The Greta Escape, Tania per Trippando e Sara per Non Solo Turisti. Quando mi trovo a un evento con altre blogger ho sempre la profonda ansia di stare antipatica a tutti e di trovarmi in un angolo a piangere, invece devo dire che eravamo un bel gruppetto sciallo che ha passato quattro piacevoli giorni assieme, a godersi pioggia, vento, neve e cibo sloveno.
La prima tappa del nostro tour è stata Vipava: meraviglioso paesino vicino a Gorizia, culla di una mostruosa quantità di vini. Vini. Vini. Visto che le cantine locali sono numerose e non sempre aperte ai visitatori, gli ingeniosi Vipavesi hanno aperto una Vinoteka dove è possibile ubriacarsi allegramente provando vinelli novelli di una piacevolezza assurda: perché non ci sono vini sloveni in Italia? Capisco che ne abbiamo tanti e buoni, ma un po' di scambio culturale, che diavolo! Se siete in giro per Vipava o comunque siete a confine con le terre irredente e volete mangiare bene, la Picerija Anja is da way: fanno una jota, una zuppa di crauti, fagioli, patate e pancetta, che soprattutto con le temperature attuali è capace di rimetterti al mondo.
Comunque, non paghe della già significativa visita alla Vinoteka, siamo state nelle cantine del Kamp Vrhpolje a fare l'ennesima degustazione di vini - vino! vino! - con tanto di formaggio, castagne e affettati d'accompagnamento.



Completamente ubriache e appagate dopo questa prima parte alcolica della giornata, siamo rotolate sulla nostra bloggermobile e ci siamo trascinate fino a Ptuj, dove al Sava Hotel ci aspettava un pomeriggio di collasso termale, cena in veste romana sdraiate sui cuscini, vino dentro la piscina e edonismo a manate - sì, perché i cittadini di Ptuj sono particolarmente fiere delle loro origini romane, che hanno interpretato un po' troppo nello stile tardo impero, forse. Ho potuto tra le altre cose provare l'ebrezza di farmi la sauna completamente nuda - ok, so' una provinciale: la sauna me l'ero sempre fatta col costume, contenti? - e allenarmi ad evitare attentamente di posare lo sguardo sui numerosi attrezzi pendoli che sballonzolavano dai vari settantenni che giravano per le terme.


A parte un po' di sano imperialismo romano che si fa sentire nell'ambito termale, Ptuj è una cittadina deliziosa, culturalmente - e enogastronomicamente - molto attiva, con un centro storico che ricomincia a riempirsi delle attività di giovani artisti e designer sloveni. Un luogo che va assolutamente visitato è il domKULTure muziKafe, un café/b&b creato da una coppia di giovani alternativi giramondo sloveni che, ormai con due pargoli, hanno deciso di fermarsi un po' e lasciare piuttosto che il mondo venisse a loro: ogni anno, ad Agosto, nel muziKafe si svolge days of poetry and wine, un festival di vino&poesia che ospita poeti sloveni e internazionali e che sembra essere una figata di proporzioni significative.
Il viaggio continua verso Bled, ma questo merita un altro post.
Intanto vi ricordo che se volete passare un week end di gioia nei resort dei Sava Hotel, basta cliccare qua e andare a votare la vostra blogger preferita - naturalmente ME.

Nessun commento:

Posta un commento

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...