Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Sto per parlarvi di depressione, anorgasmia e di raggi laser per la vostra vagina

Sto per parlarvi di depressione, anorgasmia e di raggi laser per la vostra vagina

Tra le varie cose che non si sanno finché non si inizia una terapia con gli antidepressivi è: la vita sessuale ne risentirà. Tantissimo.

Fortunatamente, essendo da pochi mesi definitivamente la mia incasinatissima relazione conclusa, il sesso non è la mia principale preoccupazione, ma naturalmente va a finire che ti senti ancora più rotta di quanto tu non sia già per tanti altri motivi.
Ora, non voglio addentrarmi in descrizioni pop-porno del mio clitoride, ma diciamo che per la me sotto psicofarmaci è impossibile raggiungere l'orgasmo. Impossibile. Parlando chiaramente: non è possibile raggiungere l'orgasmo neanche con la masturbazione. Neanche con il Soraya della Lelo. Niente. Nada. C'è qualcosa di chimico che blocca il tutto. Anorgasmia: non c'è verso.

Alla ricerca di una soluzione a questo annoso problema sono incappata in questa cosa qua: LOWE AURORA. Un laser - laser! non sto scherzando! - per la vagiai. Un laser per la vagina. Ripetete con me: un laser.
Subito ho pensato: questa è una tremenda cazzata. Non può essere altro. Non è possibile. Non può essere un fascio di luce a rimettere a posto una disfunzione sessuale da psicofarmaci. 
Quindi, più cattiva di un'inviata di Report, ho deciso: mi sarei fatta mandare il prodotto investita dalla mia autorità di blogger e avrei smascherato questa tremenda bufala.
Un laser per la vagina. Ma stiamo scherzando.



Invece, contro ogni mia aspettativa e al netto di qualsiasi autosuggestione o effetto placebo, ho scoperto che: il LOWE AURORA funziona. Funziona veramente. Funziona.

Questa spada laser color rosa da settecento e rotti euro, se semplicemente puntata - a malapena a contatto, signori, - contro il vostro giardino segreto riesce a farlo rifiorire e prosperare. Ok, forse visto che con i laser riescono a curare la miopia e incidere cose e fare altro non dovrei essere così stupita. 

Ora, so benissimo che non è una spesa irrisora. Sono settecento e passa euro. È l'equivalente di un fottuto iPhone. Ma se come me vi trovate vittime di una situazione del genere, e magari avete anche un compagno che, poverino, si dà tanto da fare, ma proprio nulla. Fateci un pensierino. Magari fateci fare un pensierino al compagno. Avete avuto me come cavia e posso assicurarvi che funziona, assolutamente, non scherzo.

Nessun commento:

Posta un commento

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...