Diario di una Snob - fashion, lifestyle, travel blogger from Tuscany, Italy: Peso otto chili in più del mio peso forma - and I feel fine?

Peso otto chili in più del mio peso forma - and I feel fine?

Allora, a differenza di molte persone, a cui il metabolismo va a puttane per motivi sconosciuti e stanno lì a dirsi ma come cazzo, fino a un anno fa facevo cena tre volte a settimana dal McDonald's e pesavo 55 chili, adesso mangio l'insalata e non entro dentro a una 46, io so benissimo di chi è tutta la colpa.
Lo so.
L'olanzapina.
Quando ti metti in cura per la depressione, devi metterci in conto la possibilità che il culo ti si allarghi. E di parecchio.
Durante la mia pur breve cura con l'olanzapina ho preso quasi 20 chili. Sono passata da 56 chili di gioia magra a 72 chili di disperazione, odio verso me stessa, incapacità di entrare dentro i vecchi vestiti ma scarsissima voglia di subire l'umiliazione di andarne a comprare di nuovi - vi parla una che era abituata a entrare nei negozi e non passare neanche dal camerino. Mi limitavo a prendere la S o la 40, e tutto andava bene.

Le cicciottine o curvy o morbide o come vogliate chiamarle, quelle che lo sono di costituzione, be', alla fine sono fortunate: si abituano ad avere un certo corpo, a vestirlo, a gestirlo. 
Per una che come me è sempre stata magra, arrivare a ventisette anni e cambiare di tre taglie in due mesi, ecco: non è stato semplice. Tuttora non è semplice. In poche parole è come sviluppare, tutto di nuovo e tutto da capo: sapete quel periodo tremendo dei dodici-tredici anni, con tutte le ossa che ti si allungano e allargano e tu ti ritrovi questo corpo che non sai dove mettere? Ingrassare tutto di botto è così. Una nuova pre-adolescenza. Fa parecchio schifo, insomma.
Piangiamo di fronte a qualche foto di me quand'ero magra.



Ora, vorrei essere qui a darvi soluzioni geniali per dimagrire di botto, tipo la dieta chetonica dei segni zodiacali, e dirvi che eliminando i carboidrati e mangiando solo bresaola i problemi si risolvono.
Ma la verità è un'altra.
La verità è questa: se vi sentite grasse e volete dimagrire, c'è una sola cosa da fare: andare da un dietologo.

Sì, esatto: dietologo. Non la cugina della vicina di casa, né l'ultimo numero di Starbene, né qualche cazzata trovata su internet: DIETOLOGO.
Due mesi fa mi sono decisa e sono andata a supplicare pietà da uno che mi è stato raccomandato dallo psichiatra, il quale ha guardato la mia cartella clinica, mi ha chiesto di tutto, mi ha pesato, attaccato elettrodi al corpo, calcolato la mia massa magra, la mia massa grassa e la quantità d'acqua extracellulare e intracellulare e dopo una settimana mi ha dato una dieta da seguire. 
Dieta che, magia delle magie, non elimina i carboidrati. Dieta che ti permette di mangiare decentemente e variatamente a ogni pasto, eliminando, certo, diverse schifezze, aumentando, certo, le proteine, ma insomma: una dieta umana.

Sono dimagrita di 7 chili in tre mesi, e anche se non saranno i risultati mostruosi che promettono altre diete, io già un po' meglio mi sento. Sono distante dai 58 chili che dovrei pesare, sono ancora piena di acqua extracellulare e di massa grassa in eccesso, ma ehi, ci si sta lavorando.

Questo magari a voi sembra un post abbastanza inutile, ma sentivo il bisogno di condividere il mio culo grosso con voi.


Nessun commento:

Posta un commento

[Ricordate sempre: good grammar is sexy.]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...